CALABRIA SOLIDALE/ Da Cosenza a Reggio porte aperte ai senza tetto per l’emergenza freddo

Calabria solidale

Il Sud colpito da un’ondata di gelo che ha messo in ginocchio le città e i suoi cittadini, in particolar modo i senza tetto, gli immigrati, coloro che non hanno un posto dove stare.

Diversi i morti registrati nei giorni scorsi, e i meridionali lo sanno che, qualora avessero bisogno di una mano, la troverebbero alla fine del loro braccio. Così diverse associazioni, comitati, enti comunali si sono mobilitati per garantire un tetto, un posto temporaneo a chi ogni giorno vive in strada, avvolto in una coperta.

Al grido d’aiuto risponde la Campania, e risponde anche la Calabria.

A Cosenza l’assessore Padre Fedele Bisceglia si è recato in tutte le zone cittadine alla ricerca di persone che avessero bisogno di un aiuto, di un supporto. A Reggio, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha, invece, aperto le porte di Palazzo San Giorgio. In tanti hanno invaso la Casa Comunale con coperte, indumenti, generi alimentari e stufe, farmaci.

“Reggio Calabria ha un cuore che batte forte”,commenta il Sindaco. “E’ bastato un passaparola sui social per dare vita a una gara di solidarietà ininterrotta che ha permesso ai senza tetto della città di trascorrere serenamente le ore più fredde dell’anno. “La città si fa con i cittadini” non è solo uno slogan. Reggio lo ha dimostrato con il cuore.”

Nelle prossime ore previste ancora nevicate in Calabria con temperature sotto lo zero. La nostra speranza è che tutti possano avere un posto dove, oltre a ricevere il calore di una stufa, di una coperta, possano anche e soprattutto ricevere il calore umano. A volte il cuore riscalda più di quattro mura, più di un tetto, più di un fuoco.

Eleonora Greco