martedì 24 aprile 2018
Logo Identità Insorgenti

IL NUOVO ARRIVATO

Chi è Zinedine Machach, il primo acquisto del Napoli in questo mercato di gennaio

Sport | 12 gennaio 2018

Aspettando la fumata bianca per la trattativa che vestirà d’azzurro l’esterno d’attacco del Bologna, Simone Verdi, il Napoli ha ufficializzato il suo primo acquisto di questa finestra di mercato invernale. Si chiama Zinedine Machach, ha da poco compiuto 22 anni e l’annuncio del suo approdo in azzurro è arrivato nel pomeriggio da ieri attraverso il consueto tweet con cui il patron Aurelio De Laurentiis è solito dare il benvenuto ai suoi nuovi calciatori.

Di padre marocchino, madre algerina ma di nazionalità francese, Machach – la cui esatta pronuncia è “Masciasc” – è un centrocampista centrale, di piede destro, dal fisico longilineo (185 cm) ma ancora acerbo dal punto di vista strutturale (appena 70 kg di peso). Chi lo ha visto giocare lo descrive come una tipica mezz’ala abile nel combinare interessanti doti tecniche ed una buona visione di gioco ad un contributo costante e incisivo anche in fase di pressing.

Cresciuto nel settore giovanile dell’Olympique Marsiglia, Machach ha all’attivo 21 presenze e 2 gol nel massimo campionato francese con le maglie sia dell’OM sia del Tolosa, suo ultimo club con cui ha bruscamente rescisso il contratto lo scorso ottobre dopo una violenta lite con il tecnico della Squadra Riserve.

Un episodio che ne ha pesantemente condizionato fama e reputazione, a tal punto che in Francia hanno definito il suo trasferimento al Napoli come “una truffa succosa”. Oltralpe c’è chi si è addirittura spinto oltre, ritenendo il carattere fumantino del giocatore requisito fondamentale per poter diventare un uomo di punta dei Savastano in Gomorra piuttosto che una pedina utile nello scacchiere tattico di Maurizio Sarri.

Con tanto di simpatici collage fotografici annessi.

Al di là dell’elevato, variegato e banale senso dell’humour transalpino, le motivazioni alla base della sua risoluzione contrattuale col Tolosa non rappresentano di certo un biglietto da visita di prim’ordine, ma giudicare ed etichettare un giovane calciatore alla luce di un singolo e negativo episodio appare alquanto scontato e retorico.

Ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, il presidente De Laurentiis ha definito Machach “un acquisto di prospettiva individuato da Giuntoli”. Prima della firma del contratto di quattro anni e mezzo che lo ha legato al club azzurro, Machach ha effettuato delle visite mediche lunghe, durate poco più di quattro ore, e approfondite. D’altronde il calciatore è “fermo ai box” dalla fine di ottobre e il Napoli, prima di accoglierlo tra le sue fila, ha voluto vederci chiaro sul suo stato di salute e sulle sue condizioni fisiche e atletiche.

Adempiute le formalità del caso, Machach si unirà formalmente ai suoi nuovi compagni di squadra alla ripresa degli allenamenti, prevista per domani al Centro Tecnico di Castelvolturno. Spetterà al tecnico Maurizio Sarri valutarne qualità e caratteristiche, al fine di capire se il giovane centrocampista francese potrà essere utile sin da subito alla causa azzurra o se per lui – come appare maggiormente probabile al momento – si profilerà una cessione in prestito che gli consenta di ritrovare continuità, intensità e ritmi di gioco.

Antonio Guarino

Articoli correlati

Mondo Napulitano | 24 aprile 2018

VITA DA TIFOSA

Finalmente il Napoli segna pure in tv: cronaca semiseria e “auricolare” di una giornata che nessuno di noi dimenticherà

Sport | 23 aprile 2018

L’ELOGIO

Zaccone: “Grazie a quel sogno nel cuore il miracolo sportivo del Napoli”

Sport | 23 aprile 2018

IL QUESTORE DI TORINO

“Tifosi del Napoli inappuntabili dentro e fuori lo Stadium: scritta una bella pagina”