lunedì 22 ottobre 2018
Logo Identità Insorgenti

In piazza Trieste e Trento la Napoli che ha distrutto Napoli. Il “mappazzone” da Forza Nuova al Pd, in strada solo per contestare de Magistris

NapoliCapitale, Politica | 14 aprile 2018

Pd, Forza Italia, Lega Nord, Forza Nuova. Un mappazzone distruttivo e pochissima gente per la contromanifestazione di piazza Trieste e Trento. Ottimisticamente (basta contare le capuzzelle delle foto, nella gallery di Federico Hermann) circa 300 persone. L’obiettivo? Uno solo: protestare contro de Magistris. E tentare di far dimenticare le corresponsabilità del debito ereditato dalle precedenti amministrazioni. Tutte a guida Pd.

A onor del vero il partito di De Luca ha lasciato la piazza appena arrivati i componenti di Forza Nuova (poco importa che aveva accettato di dividere la piazza fino a un minuto prima con gli uomini di Salvini). E anche se non ha fatto chissà quale differenza, di fatto  ha mollato la piazza alla Destra dichiarata, che si è limitata a comizi tipo speaker corner nel parco, davanti a una platea scarsissima e composta a maggioranza di over 60. Per noi la piazza sbagliata, senza dubbio.

 

Articoli correlati

Cultura | 22 ottobre 2018

IN LIBRERIA

Maurizio Ponticello, ‘Napoli velata e sconosciuta’, la Città-cosmo come corpo vivo della Sirena

Cultura | 21 ottobre 2018

RETI VIRTUOSE

A Forcella il nuovo progetto di Agorà: murales, segnaletica e iniziative che coinvolgono il quartiere con Mann e Comune

Attualità | 16 ottobre 2018

I LUOGHI DEI BASTARDI

Tutte le location della seconda puntata della seconda serie