sabato 23 giugno 2018
Logo Identità Insorgenti

LA FAKE DEL GIORNO

Sud piagnone in coda per il reddito di cittadinanza: la bufala è servita e nessuno ci tiene a smentirla

Politica | 9 marzo 2018
E’ tutto chiaro; gli analisti, quelli importanti, hanno fatto la fotografia del voto in Italia.
Nel Sud si è votato M5S per il reddito di cittadinanza.
https://www.panorama.it/economia/disoccupazione-e-reddito-di-cittadinanza-cosi-il-m5s-ha-vinto-al-sud/Perché è notorio che da noi non si fa una cippa e si cerca di essere pagati senza lavorare.
E quale migliore opportunità di essere pagati restando seduti al sole strimpellando il mandolino?

Tra l’altro è stato proprio il super votato Salvini a dirlo qualche anno fa: “ Senza ipocrisie, la politica al Sud non avrebbe fatto i disastri che ha fatto senza la connivenza-convenienza di buona parte della popolazione. Mentalità, opportunismo, indole, menefreghismo, egoismo?
Non lo so, so solo che sono stufo di pagare per chi non fa una mazza dalla mattina alla sera”.
https://www.facebook.com/salviniofficial/posts/10150948213408155

Spopola in queste ore, infatti, la notizia che in Puglia i Caf sono stati “assaltati” per richiedere i moduli del reddito di cittadinanza.
Quindi siamo sfaticati, opportunisti e pure coglioni che non capiamo che il governo non si è insediato e manco sappiamo chi governerà.
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/m5s-caf-inondati-telefonate-dove-sono-moduli-reddito-1502683.html

Ovviamente, però, nessun dato a supporto verificabile. E la consulta nazionale dei Caf smentisce categoricamente.
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/08/puglia-e-basilicata-dopo-la-vittoria-m5s-code-ai-sindacati-per-il-reddito-di-cittadinanza-i-caf-smentiscono-casi-isolati/4212430/

Ma le smentite, in fondo, a chi interessano.

Il giornalista Vittorio Zucconi, corrispondente da Washington per Repubblica, invece ci offre una visione del voto a Napoli più precisa: “Voti M5S nei collegi napoletani più a rischio Camorra: Barra 65,3%; Scampia 65,2%; Pianura 61,0%; Secondigliano 60,3%”
https://twitter.com/vittoriozucconi/status/971078488781443073

Quindi è proprio la camorra che fa votare M5S. Insieme agli scansafatiche, ovviamente.

Vittorio Zucconi non è un giornalista qualunque, sia ben chiaro, e se lo dice lui c’è da fidarsi.
Come quando nel 1989 descrisse nei minimi dettagli una visita di Boris Eltsin negli Usa, con annesso party ed ubriacatura riportata nei minimi dettagli (4 bottiglie di Jack Daniels, due bottiglie di vodka e innumerevoli cocktail). La notizia fece il giro del mondo.
Peccato che l’ex Presidente Russo a quel party non ci andò mai. E Zucconi fu preso per il culo persino dal New York Times e dal Chicago Tribune.
http://articles.chicagotribune.com/1989-10-01/features/8901180641_1_boris-yeltsin-pravda-countless-cocktails

Ma tornando a Napoli, adesso ci è chiaro perché si è scelto di favorire i pentastellati.
Come quando vivemmo l’emergenza rifiuti, e la nostra colpa era di aver votato Iervolino e soprattutto Bassolino alla Regione, artefici dello scempio.
Eravamo troppo a sinistra.

Poi i Napoletani votarono a destra, alla Provincia e alla Regione, e allora eravamo camorristi perché votavamo per Cosentino, Cesario & C.

Allora al Comune si decise di votare arancione, De Magistris.
E diventammo tutti attivisti dei centri sociali; un modo garbato per definirci sempre sfaticati e alla ricerca di assistenzialismo sfrenato.

Non c’è nulla da fare, non cambieremo mai.
Eppure la soluzione era sotto i nostri occhi, al nord l’avevano capito da tempo, noi no.

Napoli è stata infatti la città che ha dato meno voti a Salvini.
Un leader solo da noi incompreso.

Quello che nel 2009 cantava“senti che puzza fuggono anche i cani, stanno arrivando i napoletani”
https://www.youtube.com/watch?v=DHzXkYcGOPc

Quello che nel 2010 parlava di portare Radio Padania al Sud tranne in Campania (e meno male) perché “I Napoletani sono troppo distanti dalla nostra impostazione culturale, dallo stile di vita e dalla mentalità del Nord. Non abbiamo nessuna cosa in comune. Siamo lontani anni luce”.
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/politica/2010/20-settembre-2010/salvini-radio-padania-anche-puglia-napoli-mai-siamo-troppo-diversi-1703794054091.shtml

Quello che nel 2013, al Congresso dei Giovani Padani, ospitava i suoi delfini che tuonavano:
“Ho letto sul Sole 24 Ore che, ancora una volta, verranno aiutati i giovani del Mezzogiorno. Ci siamo rotti i co….oni dei giovani del Mezzogiorno, che vadano a fan….o i giovani del Mezzogiorno!
Al Sud non fanno un emerito caxxo dalla mattina alla sera. Al di là di tutto, sono bellissimi paesaggi al Sud, il problema è la gente che ci abita. Sono così, loro ce l’hanno proprio dentro il culto di non fare un caxxo dalla mattina alla sera, mentre noi siamo abituati a lavorare dalla mattina alla sera e ci tira un po’ il culo”
http://ilazzaro.altervista.org/congresso-giovani-padani-che-vadano-a-fanculo-i-giovani-del-sud/

Quello che nel 2014 riteneva che un problema reale dell’Italia era “bloccare l’esodo degli insegnanti precari meridionali al Nord”
http://video.repubblica.it/politica/scuola-salvini-renzi-blocchi-l-esodo-dei-prof-precari-meridionali-al-nord/176175/174823

Bene. Se non siamo riusciti a capire che la salvezza dell’Italia passava da uomini come lui, allora non ci lamentiamo poi se certa stampa ci infanga.
Ce lo meritiamo. Sparate pure a zero.
—————————————
p.s. Adda venì o’ pianerottolo, ricette chille ca ruciuliava pe’ scale’…

Maurizio Zaccone

Articoli correlati

Attualità | 22 giugno 2018

LA POLEMICA

Saviano-Salvini: perché non stiamo con nessuno dei due

Politica | 22 giugno 2018

LA RIFLESSIONE

Quei meridionalisti folgorati sulla via di Salvini che hanno rivelato la loro vera faccia

Attualità | 21 giugno 2018

“VAI MATTEO”

Dopo i crocieristi migranti e i rom da censire ecco le prossime “cartucce” di Salvini