martedì 30 maggio 2017
Logo Identità Insorgenti

MIGRANTOUR

Scoprendo Napoli multietnica attraverso passeggiate condotte da cittadini stranieri

Integrazione, Turismo | 19 maggio 2017

Se Napoli “ è mille culure” lo dobbiamo non solo alla bellezza dei panorami, ma anche a qualcosa che non è immediatamente visibile, perché la nostra città può vantare tra i tanti pregi quello di essere stata sempre aperta e ricettiva nei confronti di altre culture culture, traendone il meglio ed elaborandolo e includendolo nella nostra identità. La storia ce lo insegna, ma anche il presente.

È il caso di Migrantour Napoli, un progetto dalla Cooperativa sociale Casba, fondata nel 2000 e che fa parte del Network europeo Migrantour Intercultural Urban Routes. Grazie all’impegno di mediatori culturali stranieri che operano a favore della prevenzione e della riduzione dei rischi di esclusione sociale tra i cittadini immigrati, si favorisce in vario modo il confronto e la convivenza tra italiani e stranieri.

Così cittadini di nazionalità diverse sono stati formati in 200 ore di lezione in aula e sul campo, allo scopo di fornire le competenze adeguate per far loro ricoprire il ruolo di ciceroni in una città con solide radici, ma contemporaneamente in continua evoluzione.  Tra le tappe del  Migrantour che viene proposto ogni sabato e che è aperto a turisti, cittadini e studenti, c’è il mercato senegalese a Piazza Garibaldi, le pasticcerie arabe, le moschee del quartiere Pendino e di Piazza Mercato e tanto altro. Partecipare ad una passeggiata multietnica permette di fare il giro del mondo in una città tanto antica quanto nuova, perché vengono continuamente scritte nuove pagine di storia, con le storie di chi arriva e decide di restare mettendo radici.

Se siete un po’ curiosi di scoprire una Napoli nuova, sabato 20 maggio alle 10:00 si può partecipare al costo di €10,00 alla passeggiata “Mille mondi alla stazione”.

Si scoprirà il supermercato punto di riferimento per tutti gli stranieri presenti in città e non solo. A favore della scoperta di sapori e profumi, si aggiungono anche l’artigianato magrebino e la religione, come ad esempio la Moschea di Via Firenze.

Annalisa Guida

 

Per info e prenotazioni:

Scuole e gruppi su richiesta durante la settimana

e-mail: info@coopcasba.org

Tel: 081 – 7875 561

Cell: 339 – 3566594

Messaggio privato su Facebook: https://www.facebook.com/MigrantourNapoli/

 

Articoli correlati

Senza categoria | 29 maggio 2017

TOPONOMASTICA IDENTITARIA

Vico Paperelle al Pendino o Vico dei suspire secondo Salvatore Di Giacomo

Imprese | 29 maggio 2017

L’INTERVISTA

Dario Meo: “Tutte le novità in casa Galamella: etichette personalizzate e due nuovi gusti che strizzano l’occhio all’identità”

Attualità | 28 aprile 2017

A PORTICI

Quel migrante spazzino volontario che pulisce le strade perchè vuole integrarsi onestamente