venerdì 24 novembre 2017
Logo Identità Insorgenti

SCUDETTO BLINDATO

Toh, c’è Mazzoleni ad arbitrare la Juve: l’uomo garanzia dei gobbi

Sport | 18 maggio 2017

Dopo la sconfitta programmata con la Roma, la partita della Juve di domenica alle 15 con il Crotone, lanciato nella corsa salvezza, diventa cruciale per blindare il sesto scudetto.
Per questa delicatissima sfida è stato chiamato ad arbitrare Paolo Silvio Mazzoleni (fratello dell’ex arbitro Mario Mazzoleni, poi radiato).

Visto che, per la matematica, Roma e Napoli potrebbero ancora aggiudicarsi il tricolore, quale migliore scelta?

Paolo Silvio Mazzoleni vanta un curriculum di tutto rispetto.
Sia lui che il fratello Mario furono promossi nella massima categoria arbitrale per volere di Maurizio Mattei, che poi però radiò il fratello Mario perché si rifiutò di favorire la Lazio durante un match (come dichiarò a Striscia la Notizia lo stesso Mario Mazzoleni).
Con Paolo Silvio, invece, nessun problema.

Ma Mazzoleni è nella memoria di tanti tifosi Napoletani per una lunga serie di episodi.

Dall’espulsione di Domizzi e il rigore per l’Empoli (fallo commesso fuori area) nel 2008,  al rigore su Bogliacino negato al Napoli durante Napoli – Cagliari nel 2010,
passando per Napoli – Brescia del marzo 2011 dove riuscì a non vedere 2 rigori netti per il Napoli fino allo spettacolare Parma-Napoli del 2011 nella quale Paolo Silvio negò un rigore netto su Lavezzi, dimenticò di espellere per doppio giallo il parmense Biabiany, e il match finì 2 a 1 per gli emiliani.
Il 7 aprile 2012, poi, sull’1 a 1 con la Lazio, Mazzoleni non vide un fallo da rigore su Pandev e annullò una rete ad Hamsik per fuorigioco fantasma di Cavani: e finì 3 a 1 per i laziali.

Ma il meglio doveva ancora arrivare.

Con questo curriculum solo lui poteva essere scelto per arbitrare la finale di Supercoppa italiana 2012 tra Juventus e Napoli a Pechino.
Fu la prima partita in assoluto durante la quale il Direttore di gara poté avvalersi dell’aiuto degli arbitri di porta (Rizzoli e Tagliavento). E che aiuto!
Con il Napoli in vantaggio per 2 ad 1, tre espulsioni (Pandev, Zuniga e Mazzarri ) e un rigore alla Juve, e Supercoppa ai bianconeri. Roba che neanche lo storico arbitro Moreno.

E allora Paolo Silvio Mazzoleni, dopo altre direzioni di gara illuminanti come quella di Pescara-Chievo del 2013 quando su un rigore per fallo di mani a favore del Pescara non fischiato invitò i rappresentanti della società a “parlare meglio in settimana” (il Pescara presentò un esposto alla procura) si guadagna il premio “Giovanni Mauro” come miglior arbitro di Serie A e debutta in Champions League!

Queste sono carriere.
Con la Juve, poi, altri momenti indimenticabili.
I bianconeri portano nel cuore Siena – Juventus 1-2 del 07/10/12 quando al 24° Chiellini, già ammonito, colpisce con un calcio Felipe: l’arbitro dà la punizione, poi ci pensa un attimo ma non estrae il rosso tra le proteste dei calciatori del Siena.

Oppure il15/12/12 quando si disputò Lazio – Inter (1-0)
I nerazzuri rischiavano di avvicinarsi alla Juve prima in classifica ma Mazzoleni tra un mancato rigore a Ranocchia, mancati cartellini a Hernanes e Ciani, un fischio assurdo all’81’, quando l’Inter è in contropiede tre contro uno e sta andando in porta con Cassano e un mancato fischio sull’intervento ai danni di Guarin nell’ultima azione d’attacco nerazzurra regala la vittoria ai biancocelesti e blinda il primo posto dei bianconeri.

Vogliamo poi parlare del Derby di Torino (29/07/2013) vinto dai bianconeri 0-1 con gol irregolare di Pogba per fuorigioco di Tevez ?
O di BOLOGNA -JUVE 0-2 (06-12-2013) mancata espulsione di Peluso e mancato rigore per mani di Vucinic?

Ora è chiamato ad arbitrare la delicata sfida di Domenica prossima.
E se dovesse sfuggirgli qualcosa in campo, mi raccomando, non pensate a male.
In fondo, sarà anche la sua festa!

Maurizio Zaccone

Articoli correlati

NapoliCapitale | 23 novembre 2017

ANNIVERSARIO

Caro Ciro, ci manchi. E nel giorno del tuo compleanno ti facciamo un piccolo regalo

Sport | 20 novembre 2017

SPUTTANAPOLI IN SALSA RAI

Napoli e lo Scudetto: per il programma Antidoping se si vince sarà merito anche della camorra

Sport | 19 novembre 2017

CALCIO FEMMINILE

Solo un pari tra Napoli e Chieti