lunedì 23 ottobre 2017
Logo Identità Insorgenti

UNIVERSIADI 2019

Presentato a Roma il grande evento che si terrà in Campania dal 3 al 14 luglio 2019. San Paolo grande protagonista

Campania, Mondo, Sport | 11 ottobre 2017

Le immagini dei luoghi più belli della regione proiettati sul maxi schermo del salone d’onore del Coni di Roma aprono la conferenza stampa delle Universiadi di Napoli e della Campania che si svolgeranno dal 3 al 14 luglio 2019 nella Regione. A guardarle tanti campioni olimpici made in Naples, che ben conoscono quei luoghi: dagli Abbagnale a Franco Porzio e Sandro Cuomo. Sarà Marco Tardelli, campione del mondo del 1982, a fare da referente del Coni per le Universiadi Campane: lo ha annunciato prendendo la parola il presidente del Coni Giovanni Malagò. Al tavolo il ministro Luca Lotti, il presidente De Luca e Raimondo Pasquino presidente dell’Ari. Con loro il rettore Gaetano Manfredi e il presidente del Cusi Lentini e, per il Comune di Napoli in platea l’assessore allo sport Ciro Borriello e il capo di gabinetto Attilio Auricciho(de Magistris è all’Anci per incontrare Mattarella, dunque non è potuto intervenire).

I numeri e il programma dell’evento vengono presto snocciolate: saranno dodicimila tra delegati, atleti, tecnici e ufficiali di gara le persone che saranno ospiti della Campania in quei giorni del luglio 2019. Oltre 170 le nazioni coinvolte, 18 le discipline sportive in programma e 80 impianti e spazi sportivi utilizzati per gare e allenamenti.

A Napoli saranno coinvolti i principali impianti cittadini. Il “re” sarà il San Paolo dove si svolgeranno le cerimonie di apertura e chiusura delle Universiadi. Ma anche la Piscina Scandone, il Palabarbuto, la Mostra d’Oltremare, Albricci e il Polifunzionale. Sarà invece il tennis club della Villa Comunale a ospitare ovviamente le sfide di tennis mentre le sfide di Vela saranno al Molosiglio, dove c’è la Canottieri Napoli.

Secondo le stime Aru, poi saranno circa 150mila tra spettatori e turisti le persone interessate agli eventi, per un audience potenziale a livello mondiale calcolata in 500 milioni di spettatori: 600 le ore di copertura televisiva per 110 emittenti collegate. La Federazione internazionale ha fortemente voluto l’Italia per celebrare il suo 70 esimo anniversario (fu fondata nel 1949 a Merano), il 60 esimo anniversario delle Universiadi, la cui prima edizione fu disputata a Torino nel 1959, e il 40 esimo dal record mondiale di Pietro Mennea, stabilito all’Universiade di Città del Messico 1979.

“Le Universiadi di Napoli e della Campania 2019 sono un evento importante per il Paese in cui hanno fortemente creduto governo e Regione” ha infatti detto il ministro dello Sport Luca Lotti intervenendo alla presentazione. Per De Luca è una sfida enorme.

Prima della presentazione si è tenuto negli uffici del Coni un vertice di mezz’ora tra De Luca, il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò, il presidente Aru (Agenzia regionale Universiadi) Raimondo Pasquino e il massimo dirigente del Cus, Lorenzo Lentini, in cui si è parlato della situazione dello stadio Collana. Presenti anche il rettore della Federico II Gaetano Manfredi e il numero uno Fisu Oleg Matytsin.

Presenti il presidente del Porto di Napoli Pietro Spirito, la sovrintendente del Teatro San Carlo Rosanna Purchia, il presidente Coni Campania Sergio Roncelli. Per tutti, soprattutto per gli ex campioni olimpici, è un’occasione importante per recuperare impianti sportivi.

Articoli correlati

Battaglie | 23 ottobre 2017

DALL’IRPINIA

Il coraggio della “restanza”: così si salvano le aree interne del Sud

Agroalimentare | 19 ottobre 2017

ECCELLENZE CAMPANE

La mozzarella dop cresce: import aumentato del 7 per cento nei primi mesi del 2017

Agroalimentare | 14 ottobre 2017

LA FIERA

Dal 27 al 29 Ottobre torna “Canapa in mostra” alla Mostra d’Oltremare