fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Vergogna Ilva, il governo ritira 50 milioni per la sanità

News | 26 Novembre 2016

Per effetto della manovra finanziaria il governo cancella i 50 milioni di euro che avrebbero dovuto finanziare le nuove strutture sanitarie a Taranto

L’ombra di una nuova Bagnoli sulla città di Taranto. L’ombra della vergogna di chi sta giocando con la vita del popolo. Con un colpo di penna la camera cancella i fondi che dovevano essere concessi alla regione Puglia per poter assumere medici ed infermieri, oltre a nuove attrezzature sanitaria.

Soldi che dovevano curare chi per anni ha respirato le polveri dell’acciaieria Ilva, curare bambini che a Taranto hanno problemi respiratori causati dalle industrie e dall’inquinamento. Rimandando tutto a dopo il referendum. Sì, perchè il nodo cruciale è proprio quello, il referendum costituzionale del 4 dicembre, ogni evento nel paese viene inevitabilmente coinvolto nella spirale referendiale. Anche i bambini, anche la salute, trasportati da chi ha inquinato e portato alla deriva l’Italia intera, e continua a farlo, senza alcuna vergogna.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 26 Novembre 2016 e modificato l'ultima volta il 26 Novembre 2016
#Ilva   #Taranto  

Articoli correlati

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

Attualità | 15 Febbraio 2020

IL PIANO

Sud: 123 miliardi in dieci anni per il rilancio del meridione

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi