fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Il Museo di San Martino acquisisce il capolavoro di Micco Spadaro

News | 15 Dicembre 2016

In occasione dell’anniversario della terribile eruzione datata 1631, il Museo di San Martino acquisisce il capolavoro di Micco Spadaro: Eruzione del Vesuvio del 1631.

Venerdì 16 dicembre, alle ore 16.30, alla Certosa e Museo di San Martino di Napoli verrà presentata la nuova opera acquistata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per il Polo museale della Campania e destinata al Museo di San Martino.

Il dipinto di Domenico Gargiulo, noto come Micco Spadaro, Eruzione del Vesuvio del 1631 verrà esposto nella Sezione ‘Immagini e memorie della città’, insieme alle altre due tele dello stesso autore già presenti nelle collezioni del museo: La rivolta di Masaniello e La piazza Mercatello a Napoli durante la peste del 1656.
Le tre opere nel Settecento, come narra il biografo Bernardo De Dominici nelle sue “Vite” nel 1742, erano già conservate nella dimora napoletana del Cavaliere Antonio Piscicelli. Si ricompone così il ciclo di testimonianze raffiguranti gli eventi più importanti della storia di Napoli nel Seicento, secondo una esemplare operazione museologica.

Canti e suoni all’ombra del Vesuvio:
Nel corso della presentazione, una breve performance musicale eseguita da Romeo Barbaro rievocherà l’eruzione del Vesuvio, con suggestioni sonore e canti legati alla tradizione popolare delle zone vesuviane. Romeo Barbaro, tammorraro da cinque generazioni, è direttore artistico dell’Accademia ’Piccola Napoli’, ideatore del ’Romeo Barbaro Ensemble’, che offre un vasto repertorio di canti e suoni antichi, e collabora con la Nuova Orchestra Scarlatti.

in collaborazione con Amici di Capodimonte ONLUS.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 15 Dicembre 2016 e modificato l'ultima volta il 15 Dicembre 2016

Articoli correlati

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

Arte | 3 Dicembre 2019

BAROCCO NAPOLETANO

La peste del ‘600 vista con gli occhi di Micco Spadaro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi