lunedì 10 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

19 SETTEMBRE

San Gennaro, festa ridotta: vietato baciare le reliquie e solo 200 posti in Cattedrale

Identità | 10 Settembre 2020

Festa “ridotta” per San Gennaro, patrono di Napoli e della Campania: la celebrazione del 19 settembre, durante la quale si attende il miracolo della liquefazione del sangue, avverrà con non oltre duecento persone in cattedrale, compresi celebranti e coro; previsti un maxischermo nella basilica di santa Restituta per altre 100 persone e due maxischermi sul sagrato del duomo per 300 persone.

Severamente vietati gli assembramenti e il tradizionale bacio dei fedeli alle reliquie del sangue del Patrono, ha spiegato oggi il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli.

La cerimonia sarà come sempre in diretta su Canale 21, da Tv2000 e dal server Maria Tv Provider.

I riti solenni cominceranno il 18 settembre. Alle 18, al Duomo, si terrà il rito de primi vespri, ci seguirà la lettera di Sepe con la quale si aprirà l’anno pastorale.

La giornata del 19 comincerà più tardi del solito, per necessità di sanificazione. Alle 9.45, il cardinale, con una rappresentanza della Delegazione del Santo, aprirà la cassaforte che contiene l’ampolla con il sangue di San Gennaro  nella Cappella, quest’anno senza le “parenti” forse per la prima volta nella storia, che sarà portata sull’altare maggiore della cattedrale.

Per assistere alla cerimonia le persone dovranno prenotarsi al seguente indirizzo entro il 15 settembre all’indirizzo [email protected]

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 10 Settembre 2020 e modificato l'ultima volta il 10 Settembre 2020

Articoli correlati

Identità | 7 Maggio 2021

Troisi Poeta Massimo: la grande mostra a Castel dell’Ovo

Identità | 5 Maggio 2021

Anche Bari rinuncia alle tradizionali celebrazioni di San Nicola

Identità | 2 Maggio 2021

Finalmente il miracolo di maggio: San Gennaro “squaglia” dopo due volte a vuoto