domenica 19 gennaio 2020
Logo Identità Insorgenti

Il Vesuvio, i siti archeologici, la città e l’arte: il Ferragosto da record di Napoli

News | 16 Agosto 2017

Un Ferragosto come non si era mai visto ha caratterizzato il capoluogo campano, la giornata di ieri è stata fucina di record e di ritrovata bellezza nella città partenopea, con un afflusso di turisti e cittadini che hanno visitato i numerosi poli artistici e culturali della città.

Il Vesuvio, dopo le vessazioni subite nell’ultimo mese, è stato preso d’assalto dai visitatori, con oltre 3mila persone che hanno raggiunto il Gran Cono ieri per visitare la bocca del vulcano. La sovrintendeza ha rilasciato i dati per i maggiori siti archeologici: 17mila persone a Pompei, 1.700 ad Ercolano.

E poi Napoli. La città non hai mai vissuto probabilmente un Ferragosto così ricco di eventi e di turisti, 3mila sono le persone che hanno scelto il Teatro San Carlo, un numero addirittura superiore si registra al Museo del Tesoro di San Gennaro, con file lunghissime e tantissimi turisti stranieri oltre alle famiglie che si sono concesse una giornata in città.

Eventi che si sono conclusi con la bellissima “Notte della Tamorra” alla Rotonda Diaz, con balli e musiche tipiche partenopee, e poi i fuochi pirotecnici di mezzanotte che hanno incantato il golfo ed illuminato il mare oltre Castel dell’Ovo.

Napoli scelta per l’accoglienza, Napoli scelta per le numerose cose da visitare e da ammirare. Dalla storia all’arte, dai piaceri della strade alle musiche ed i balli. Tesori magnifici ed inestimabili monumenti ai piedi della montagna rinata dalle ceneri e dalla criminalità, più forte del dolore e dell’uomo che l’ha distrutta. Più tenace di ogni altra cosa al mondo.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 16 Agosto 2017 e modificato l'ultima volta il 16 Agosto 2017

Articoli correlati

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

L'oro di Napoli | 18 Settembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

San Gennaro e il Vesuvio: quando i Napoletani credettero di assistere alla fine del mondo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi