fbpx
giovedì 22 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

A BAGNOLI

Continua con l’assemblea popolare il confronto aperto sui destini del quartiere

Battaglie, NapoliCapitale | 8 Novembre 2016

assemblea-bagnoli-libera

Si è tenuta sabato scorso, 5 novembre alle ore 16.00, presso la sala consiliare della X Municipalità, l’Assemblea Popolare degli Abitanti, co-promossa da Bagnoli Libera e dalla X Municipalità.

All’assemblea erano presenti circa 200 persone tra cittadini, rappresentanti di movimenti, comitati e associazioni, presidente e alcuni consiglieri della X Municipalità, l’assessore alla Partecipazione e all’Urbanistica del Comune di Napoli.

Due i punti all’ordine del giorno della discussione:

– Presentazione del programma politico dal basso dell’Assemblea Popolare di Bagnoli Libera e sottoscrizione del mandato popolare

– Presentazione delle Prime proposte di funzionamento dell’Assemblea Popolare.

Dopo la presentazione dei punti all’ordine del giorno, frutto del lavoro precedente dell’Assemblea, la discussione è stata aperta agli interventi, tra i quali: sulle questioni del lavoro (Movimento Disoccupati 7 novembre), del rapporto scuole-territorio (Coordinamento Studenti Flegrei), sulla malamovida (cittadini di Bagnoli), e su altri temi centrali.
Sono state sollevate peraltro criticità nel merito delle politiche pubbliche sul territorio, sia per quanto riguarda gli effetti del commissariamento (con la farsa della messa in sicurezza degli Arenili Nord, regalo ai privati che costa 550mila € alla collettività) sia rispetto ad altre questioni (tra cui privatizzazione a spezzatino dell’Ex Nato, rinnovo concessioni balneari, mancata risoluzione del problema della cattiva movida, gestione Mostra d’Oltremare).

Successivamente ,sono intervenuti il presidente della Municipalità e l’Assessore alla Partecipazione del Comune di Napoli, ribadendo l’impegno a formalizzare il riconoscimento dell’Assemblea e delle sue funzioni. Parziali chiarimenti e risposte sulle critiche formulate sull’operato di Comune e Municipalità rispetto alle politiche su Bagnoli, hanno visto confrontarsi i cittadini e i rappresentanti istituzionali.

La parte finale dell’Assemblea ha ribadito la necessità di concretizzare i passaggi proposti con decisioni e impegni comuni per far avanzare il percorso, che vengono assunti da tutti i presenti:

– Assunzione e ampliamento del Mandato Popolare sulla base del programma presentato da Bagnoli Libera

– Approvazione di un Ordine del Giorno in Consiglio della Municipalità per il riconoscimento dell’Assemblea Popolare, del programma, delle proposte di funzionamento.

Prossimi appuntamenti:
1) Martedì 8 novembre alle ore 9.00: partecipazione popolare al Consiglio di Municipalità, alla presenza dell’amministrazione comunale su Variante al Piano Urbanistico per Bagnoli ;

2) Mercoledì 9 novembre alle ore 19.00 a Villa Medusa (via di Pozzuoli: riunione del comitato organizzativo di Bagnoli Libera ;

2) Sabato 12 novembre: convocazione del tavolo Scuola e Territorio dell’Assemblea Popolare di Bagnoli Libera, con la richiesta di mettere a disposizione gli spazi del centro giovanile Peppino Impastato per l’incontro ;

3) Sabato 19 novembre: mobilitazione cittadina contro la farsa della messa in sicurezza dell’Arenile Nord e lo spreco delle risorse pubbliche ad opera del commissariamento su Bagnoli.

Viene comunicata la partecipazione alla manifestazione nazionale del 26 novembre contro la violenza sulle donne.
L’Assemblea si è conclusa con l’invito a tutti gli intervenuti a partecipare, organizzarsi e iscriversi ai tavoli di lavoro e/o segnalarsi come “Antenne” (ovvero referenti attivi sul territorio sia per questioni tematiche che territoriali).

Assemblea Popolare Bagnoli Libera
#BagnoliLibera #DecideLaCittà

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 8 Novembre 2016 e modificato l'ultima volta il 30 Aprile 2017

Articoli correlati

Battaglie | 19 Ottobre 2020

CONTRO LE RESTRIZIONI

Bloccato accesso Amazon di Arzano, in mattinata manifestazione a Napoli

Battaglie | 18 Ottobre 2020

IL MESSAGGIO

Pugno alzato e manifesto “End police brutality in Nigeria”: le ragioni di Victor Osimhen

Battaglie | 11 Settembre 2020

IL CORTEO

“Leghista terrone sei lo scuorno del meridione”. In piazza la Napoli anti-Salvini

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi