sabato 17 aprile 2021
Logo Identità Insorgenti

A cuscienze ‘a pastenàjeno ma nun ascette: sulla coscienza civile e il Covid

Un proverbio a settimana | 8 Marzo 2021

Ancora una volta, purtroppo, ci troviamo a dover osservare l’inasprimento della misure di contrasto alla pandemia da Covid-19.

E, sebbene il neonato governo sembrava voler attuare chissà quali cambiamenti rispetto al precedente, le misure messe in campo sono sempre le stesse. Da un anno.

Comportamenti scellerati, incapacità governative o mancanza di coscienza generale?

“A cuscienze ‘a pastenàjene ma nun ascette”, recita un vecchio proverbio napoletano. Si può provare a seminare la coscienza come si fa con i frutti della terra ma se il terreno di coltura è quello che è, la coscienza non sboccia…

Un articolo di Drusiana Vetrano pubblicato il 8 Marzo 2021 e modificato l'ultima volta il 8 Marzo 2021

Articoli correlati

Un proverbio a settimana | 12 Aprile 2021

“Senza denare nun se cantano messe” e la protesta delle mutande

Un proverbio a settimana | 5 Aprile 2021

Vruòccole, gnuòccole e predecature, fatta Pasca nun serveno cchiù

Un proverbio a settimana | 29 Marzo 2021

Aniello ca nun se pava nun se stima