fbpx
venerdì 10 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

FESTA PROMOZIONE

3-0 al Neapolis, l’Afro-Napoli United vince il campionato e festeggia il salto in Eccellenza

Sport | 17 Marzo 2018

E’ festa grande al “Vallefuoco” di Mugnano dove l’Afro-Napoli United, battendo 3-0 il Neapolis, ha conquistato la matematica promozione in Eccellenza con ben quattro giornate di anticipo sulla fine del campionato. Si tratta del quarto salto di categoria negli ultimi cinque anni, grazie ai quali la società multi-etnica e anti-razzista, nata nel 2009, ha letteralmente scalato la piramide calcistica italiana.

Ai risultati sociali e culturali di per sé già eccezionali, figli dell‘integrazione tra migranti e giovani provenienti dai quartieri popolari di Napoli e della provincia partenopea, si aggiunge oggi un’ulteriore soddisfazione di carattere sportivo. Il sapore e il profumo della legalità, della coesione e dell’uguaglianza tra gli uomini, a prescindere dalla loro nazionalità, dalla loro religione e dal colore della pelle, hanno vinto!

Nel nome dello sport, della sua funzione sociale e della sua finalità educativa. E in ricordo di chi, come Marielle Franco, ha sacrificato la propria vita per urlare al mondo intero che su questa terra siamo tutti uguali.

Dal primo all’ultimo.

Afro-Napoli United, è qui la festa!

E' festa grande al "Vallefuoco" di Mugnano dove l'AFRO-NAPOLI UNITED, battendo 3-0 il Neapolis, ha conquistato la matematica promozione in Eccellenza con ben quattro giornate di anticipo sulla fine del campionato.Si tratta del quarto salto di categoria negli ultimi cinque anni, grazie ai quali la società multi-etnica e anti-razzista, nata nel 2009, ha letteralmente scalato la piramide calcistica italiana.Ai risultati sociali e culturali di per sé già eccezionali, figli dell'integrazione tra migranti e giovani provenienti dai quartieri popolari di Napoli e della provincia partenopea, si aggiunge oggi un'ulteriore soddisfazione di carattere sportivo. Il sapore e il profumo della legalità, della coesione e dell'uguaglianza tra gli uomini, a prescindere dalla loro nazionalità, dalla loro religione e dal colore della pelle, hanno vinto! Nel nome dello sport, della sua funzione sociale e della sua finalità educativa. E in ricordo di chi, come Marielle Franco, ha sacrificato la propria vita per urlare al mondo intero che su questa terra siamo tutti uguali.Dal primo all'ultimo…Antonio GuarinoVideo di Francesco Fasano

Posted by Identità Insorgenti on Saturday, March 17, 2018

Antonio Guarino

Contributo video di Francesco Fasano

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 17 Marzo 2018 e modificato l'ultima volta il 18 Marzo 2018

Articoli correlati

Sport | 9 Luglio 2020

SETTEBELLO D’ORO

9 agosto 1992: quando Barcellona si tinse d’azzurro

Sport | 8 Luglio 2020

BLITZ AZZURRO

Prima Mertens, poi Lozano: il Napoli passa 2-1 in casa del Genoa

Sport | 7 Luglio 2020

EFFETTO GATTUSO

Dati e spunti di riflessione sulla metamorfosi del Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi