fbpx
lunedì 10 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

AL DUOMO DI NAPOLI

Quel listello nascosto in un pilastro: è il Passus Ferreus, antica misura di lunghezza napoletana

Beni Culturali, NapoliCapitale, Storia | 5 Novembre 2016
 passus-ferreus-duomo-di-napoli

Le meraviglie nascoste della Cattedrale napoletana.

Pochi, pochissimi, forse nessuno si accorge di questo listello di metallo murato nel pilastro sinistro della crociera del Duomo.

Un’ anonima barretta di ferro che spunta a malapena dagli stucchi dipinti, che vien quasi la voglia di ricoprirla di calce.
Eppure è un oggetto di straordinaria importanza storica, sfuggito per caso alla distruzione qualche decennio addietro quando, durante lavori di restauro, fu scambiato per un ferrovecchio.

Si tratta del “Passus Ferreus” e rappresenta l’agrimensura e ad esso, nei periodi antichi, bisognava fare riferimento in ogni contratto di compravendita di terreni. In generale rappresentava la misura canonica e quando questa era necessaria tutti dovevano rapportarsi ad esso. In breve è la misura canonica del passo itinerante.

Suggestivo ricordare che nell’antichità si era soliti conservare le unità di misura nei luoghi sacri, affinchè non venissero falsificate. Ricordiamo in tal senso le “mense ponderarie” di età classica.

Il reperto napoletano è probabilmente di epoca giustinianea o poco più tardo quando Napoli diventa ducato autonomo e probabilmente si trovava inizialmente presso l’abside della Basilica Stefania per poi passare all’attuale collocazione a conclusione dei lavori di costruzione del Duomo angioino.

Tra gli scrittori patrii lo troviamo menzionato da G.A.Galante, il Ceva-Grimaldi, Carlo de Lellis, Carlo Celano.
Enzo Di Paoli
Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 5 Novembre 2016 e modificato l'ultima volta il 17 Luglio 2020

Articoli correlati

Beni Culturali | 10 Agosto 2020

IL TOUR

Baiaexperience, il viaggio virtuale nelle terme sommerse di Baia

Beni Culturali | 9 Agosto 2020

IL FLOP

Napoli, il restyling di Piazza Mercato tra allagamenti e polemiche

Beni Culturali | 2 Agosto 2020

LA “REAL DELIZIA”

La Reggia di Carditello: visita dentro un gioiello recuperato

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi