domenica 21 aprile 2019
Logo Identità Insorgenti

AL SONAR FESTIVAL

Liberato a giugno al mega evento di Barcellona: “Simbolo del rinascimento di Napoli”

Europa, Musica | 1 Marzo 2018

Nei giorni scorsi molti quotidiani hanno raccontato che Liberato, il cantante senza volto che fa impazzire diverse generazioni di ascoltatori, sarà ospite al «Sónar festival» di Barcellona, l’evento internazionale di musica elettronica, arti digitali e nuove tecnologie. Quest’anno per lo storico evento spagnolo è un’edizione importantissima: si celebra il venticinquesimo anniversario: un compleanno dove è invitato anche l’artista partenopeo.

Dopo aver partecipato al MI AMI Festival e al Club To Club di Torino, nel primo caso rappresentato da Calcutta, Izi, Priestess e Shablo e nel secondo mantenendo sul palco l’anonimato, Liberato si sposta in Europa: sarà in Spagna stavolta, dal 14 al 16 giugno, insieme tra gli altri all’emiliano Lorenzo Senni, che della musica elettronica mondiale è tra i massimi rappresentanti.

Il Sonar, per capirci, si presenta come “un punto d’incontro essenziale per un pubblico alternativo, artisti d’avanguardia ed i più influenti professionisti della musica e dell’arte contemporanea”, e nel corso degli anni ha visto esibirsi artisti come Underworld e Chemical Brothers, oltre a moltissimi altri.

In questa edizione del quarto di secolo ci sono nomi nel cast quali Gorillaz, Thom Yorke, Bonobo, LCD Soundsystem e mostri sacri quali Alva Noto e Ryuichi Sakamoto che porteranno in Spagna la recentissima suite di 36 minuti intitolata Glass, ultimo prodotto della musica di due geni che collaborano da 15 anni ed evento finale del Festival. E abbiamo citato una minima parte del cast (qui l’elenco completo, qui le prevendite).

Dicevamo, tutti ne hanno parlato ma pochi hanno riportato la presentazione che fa il Sonar di Liberato. Eccola tradotta integralmente: “Liberato è il nuovo re della musica urbana in Italia, artista di un carisma senza paragoni nella scena del paese transalpino, che ha rotto tutti gli schemi con i suoi inni cantati in napoletano. Perché Liberato non fa canzoni, fa inni: quelli di un’intera generazione di fan, “Tu T’e Scurdat ” E Me”, “Nove Maggio” o “Me Staje Appennenn ‘Amò”. Nessuno sa chi sia Liberato, chi si nasconde dietro quella felpa, permanentemente col cappuccio, ma in Italia attualmente, fra  giovani, è qualcosa di simile a un eroe. Soprattutto tra quelli di Napoli, città che ama, che l’ha visto crescere e che è sempre presente nelle sue tracce. In effetti, i suoi straordinari video (tutti diretti da Francesco Lettieri, altro napoletano, ndr) sono forse il modo migliore per conoscere la Napoli di oggi, le cronache di una realtà, Parliamo – si legge sempre sul sito del Sonar – di una figura essenziale per capire cosa succede nel Paese, come ad esempio Elena Ferrante (con la quale lo hanno paragonato, a causa della portata delle sue parole) o Roberto Saviano, che si è dichiarato un fan incondizionato fin dal primo giorno. Liberato – il cui nome artistico ha a che fare con il rinascimento culturale di Napoli – non concede interviste e non tiene concerti, o, almeno, non li ha tenuti fino a poco tempo fa. La sua esibizione al SonarHall sarà solo la sua seconda volta dal vivo (in realtà la terza, se si include il MI AMi di Milano, ndr) dopo il successo del suo primo concerto a Torino nell’ultima edizione del Club to Club. E c’è tanta voglia di vederlo sul palco e catturare il suo carisma e talento a pochi metri di distanza”.

E anche noi non vediamo l’ora. Vamos!

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 1 Marzo 2018 e modificato l'ultima volta il 1 Marzo 2018

Articoli correlati

Europa | 30 Luglio 2018

A BRUXELLES

Una squadra di 11 donne del Sud al Parlamento Europeo. L’esperienza di Re-Generation (Y)outh all’European Youth Event 2018

Cultura | 5 Giugno 2018

A PARIGI

La Francia celebra “Visages de Scampia” mostra nata dall’incontro tra Davide Cerullo e Pignon

Europa | 27 Maggio 2018

LA POLEMICA

Se la stampa tedesca tratta l’Italia come l’Italia tratta il sud

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi