sabato 8 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

Al via la nuova stagione in streaming del San Carlo: si apre con “il Pirata” di Bellini con la Radvanovsky

Teatro | 21 Gennaio 2021

Al via la nuova Stagione in streaming del Teatro di San Carlo. Fino alla prossima estate il Lirico di Napoli propone un cartellone interamente concepito per il web che prevede tre eventi al mese.

Si inizia il 5 febbraio con il Pirata di Bellini e la Radvanovsky

Sarà Il Pirata di Vincenzo Bellini in forma di concerto, opera mai rappresentata al  San Carlo nel corso del ‘900, a dare il via venerdì 5 febbraio alla nuova programmazione on line. Protagonista il soprano americano Sondra Radvanovsky al suo debutto nel ruolo di Imogene e per la prima volta al Lirico di Napoli.

Tra i principali soprani della scena internazionale contemporanea, Sondra Radvanovsky farà suo il ruolo interpretato 70 anni fa da Maria Callas e poi da Montserrat Caballé. Nel cast Luca Salsi nel ruolo di Ernesto, Celso Albelo sarà Gualtiero, Francesco Pittari interpreterà Itulbo, Emanuele Cordaro darà voce a Goffredo mentre Anna Maria Sarra sarà Adele. L’Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo sono diretti da Antonino Fogliani.

Il Pirata è tra i titoli più impegnativi per soprano e per tenore

Il Pirata è uno dei titoli più impegnativi sia per soprano che per tenore. Fu scritta da Vincenzo Bellini nel 1827 dopo essersi trasferito a Milano da Napoli (studiò al Conservatorio San Pietro a Majella mise in scena la sua prima opera Bianca e Gernando proprio al Teatro di San Carlo).
Purtroppo l’opera cadde presto nel dimenticatoio – il San Carlo la mise in scena solo due volte, nel 1828 e nel 1834- ma fu riportata al successo nella seconda metà del Novecento grazie alle interpretazioni delle due maggiori dive dell’opera: Maria Callas e Monserrat Caballé.

Dal 12 febbraio il balletto le Quattro Stagioni con il corpo di ballo del San Carlo

Da venerdì 12 febbraio sarà disponibile il balletto Le Quattro Stagioni, protagonista il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo con la coreografia di Giuseppe Picone concepita sui celebri Concerti di Antonio Vivaldi, tra le pagine più note e amate della musica barocca, eseguiti dal vivo dall’ Orchestra. I costumi sono di Giusi Giustino, le luci di Nunzio Perrella.

Da venerdì 19 febbraio concerto sinfonico

Da venerdì 19 febbraio sarà inoltre disponibile un concerto sinfonico. In programma la Sinfonia n. 9 in do maggiore D. 944 “La Grande” di Franz Schubert eseguita dall’Orchestra del Teatro di San Carlo sotto la direzione di Maurizio Agostini. Composta nel 1825 la Sinfonia n.9 D. 944 fu eseguita per la prima volta a Lipsia nel 1839 diretta da Felix Mendelssohn. La denominazione “la Grande” per la Nona Sinfonia nacque a posteriori per distinguerla dalla Sinfonia n.6 D.589 denominata “la Piccola”: entrambe infatti sono nella stessa tonalità di Do maggiore.

Gli spettacoli fruibili in streaming su Mymovies.it. Possibile sottoscrivere un mini abbonamento

Il calendario degli appuntamenti sarà annunciato di mese in mese e gli spettacoli saranno fruibili in streaming su MyMovies.it e on demand sul sito shop.teatrosancarlo.it.

È possibile sottoscrivere un miniabbonamento al costo di 4,99 che dà diritto ad usufruire illimitatamente degli spettacoli per tutto il mese o in alternativa, è possibile acquistare lo streaming di un singolo appuntamento al costo di 2,29 euro, con una disponibilità del contenuto prescelto della durata di una settimana.

Gli spettacoli saranno disponibili dal primo giorno di programmazione e fino alle 23:59 del 28 febbraio sul portale MyMovies.it e – per i primi tre giorni – anche sulla pagina Facebook del Teatro San Carlo.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 21 Gennaio 2021 e modificato l'ultima volta il 21 Gennaio 2021

Articoli correlati

Teatro | 29 Aprile 2021

Il San Carlo riapre al pubblico in presenza. Si comincia il 14 maggio con la Traviata

Teatro | 22 Aprile 2021

Trianon Opera: il ritorno di De Simone con una “Cantata dei pastori” tra pupi, sceneggiata e belcanto

Storia | 13 Aprile 2021

L’INEDITO

Forcella, la strada dei baraccari, dei pannaioli e del Trianon di Cafiero-Fumo in un racconto di 80 anni fa di Cangiullo