domenica 16 dicembre 2018
Logo Identità Insorgenti

AL VIA L’ERA ANCELOTTI

Napoli, iniziata la nuova stagione: gli umori e le richieste della piazza tra ambizioni, nostalgia e senso di appartenenza

Sport | 9 Luglio 2018

Con il raduno di questa mattina, è iniziata ufficialmente la stagione 2018/19 del Napoli, la cui gestione tecnica da quest’anno sarà affidata a Carlo Ancelotti, subentrato alla fine dello scorso maggio al ‘Comandante’ Maurizio Sarri.

È difficile captare e inquadrare con precisione lo stato d’animo della tifoseria partenopea, verosimilmente divisa tra l’entusiasmo per una nuova annata ormai alle porte, che vedrà sedere sulla panchina azzurra quello che è probabilmente l’allenatore più vincente degli ultimi 20 anni, e l’amarezza per l’addio ad uno dei personaggi più amati, carismatici e discussi dell’intera storia calcistica del Ciuccio.

Sia chiaro, la bontà dell’investimento fatto dalla società è assolutamente fuori discussione e, in un certo verso, ha rappresentato il modo migliore per spegnere sul nascere dicerie e fantasie varie sul futuro del Napoli e dei suoi calciatori di punta. Per la serie: qua non si lascia, anzi si raddoppia. E il fatto che tutti i nostri ‘Big’ siano fin qui rimasti in azzurro lo certifica ulteriormente.

Noi, però, siamo diversi.

Siamo Identitari e, in quanto tali, poco ci affascinano i curriculum scintillanti e altisonanti. Gli preferiamo altro: onestà intellettuale e senso di appartenenza, giusto per citare due esempi su tutti. E in virtù di ciò che al nuovo Mister, e al suo nuovo Napoli che verrà, chiediamo fondamentalmente tre cose: fateci divertire, fateci sognare e, soprattutto, rendeteci orgogliosi di voi, del nome che rappresentate e dei colori che indossate.

Ci basta questo, solo questo, e ci troverete sempre al vostro fianco.

Incondizionatamente e incessantemente.

Perché è così che fa chi ama. Perché è così che facciamo a Napoli dove, citando il grande Carosone, si gioca con palloni speciali che hanno la forma di cuore.

Antonio Guarino

Laureato in Economia, in esilio a Milano. Classe 1990, venuto al mondo diciassette giorni prima del secondo Scudetto del Napoli. Tifoso appassionato e passionale degli Azzurri da quando a 5 anni, allettato per la varicella, mio padre e mia madre ben pensarono di farmi trascorrere quella convalescenza in compagnia delle videocassette di Maradona raccontate da Salvatore Biazzo, Luigi Necco e Italo Kuhne. Nella grande famiglia di Identità Insorgenti dal 2015, per cui scrivo e racconto le emozioni a tutto tondo del mondo calcistico partenopeo.

Articoli correlati

NapoliCapitale | 13 Dicembre 2018

LA POLEMICA

Discriminazione negli stadi: “Chi è andato alla FIGC a nome di Napoli non conosce i problemi”

Sport | 11 Dicembre 2018

ADDIO CHAMPIONS

Il Napoli cade a Liverpool e retrocede in Europa League

Sport | 8 Dicembre 2018

VERSO LIVERPOOL

Il Napoli ne fa quattro al Frosinone con l’aiuto delle seconde linee: doppietta di Milik, a segno anche Zielinski e Ounas

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi