venerdì 19 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

ALL’ASTRA

Mondovisioni: sei documentari di Internazionale in arrivo a Napoli

Senza categoria | 25 Aprile 2019

“AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale”, dopo 6 mesi di attività e 20 serate realizzate con un ampio sguardo sulla recente produzione nazionale ed internazionale legata al cinema documentario, volge al termine con un evento speciale per gli ultimi tre appuntamenti di maggio.

La rassegna, organizzata da Arci Movie, Parallelo 41, Coinor e Università “Federico II” di Napoli, ospiterà venerdì 3, venerdì 10 e venerdì 17 maggio 6 film della rassegna “Mondovisioni – I documentari di Internazionale” che viene presentata ogni anno ad ottobre a Ferrara al Festival del giornalismo che la storica rivista “Internazionale” cura dal 2007.

L’evento speciale con il ritorno di “Mondovisioni” a Napoli, dopo 8 anni, è realizzato con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Nei 3 appuntamenti di Maggio, che si svolgeranno come sempre al Cinema Academy Astra, ci saranno diversi ospiti ad introdurre le proiezioni dei 6 film.

Venerdì 3 maggio si comincia alle 19.00 con Roberto Tottoli, docente di Islamistica a “L’Orientale” che presenta “Recruiting for Jihad” di Adel Khan Farooq e Ulrik Imtiaz Rolfsen, documentario che ci mostra cameratismo, ottusità e cinismo degli islamisti radicali al lavoro per il reclutamento in Europa. Alle 21.00, invece, Alessandra Coppola, giornalista del “Corriere della sera” e Nino Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo, introducono lo sconvolgente “Under the Wire” di Chris Martin, ritratto della leggendaria reporter del “The Sunday Times” Marie Colvin, caduta nel massacro della città siriana di Homs.

Venerdì 10 maggio gli appuntamenti proseguono con altri due film che indagano stavolta la deriva populista e sovranista dell’occidente, alle 19.00 con l’inquietante “Eurotrump” di Stephen Robert Morse e Nicholas Hampson, sul ruolo chiave a livello europeo del populista olandese Geert Wilders. A seguire, alle 21.00, Marco D’Eramo, giornalista e scrittore, presenterà, ancora, “Alt-Right: Age of Rage” di Adam Bhala Lough sulla nuova estrema destra americana, con i leader e le idee che la alimentano ed anche un quadro dell’attivismo che cerca di combatterla.

Ultima serata di Mondovisioni a Napoli, Venerdì 17 maggio, sarà, infine, dedicata al continente africano. Si parte alle ore 19.00 con “Whispering Truth to Power” di Shameela Seedat, che ci porta in Sudafrica a conoscere la straordinaria giudice Thuli Madonsela e la sua battaglia contro la corruzione e che sarà presentato da Antonio Pezzano, docente di Politiche disviluppo locale in Africa all’Unior. Si chiude alle ore 21.00 con “Kinshasa Makambo” di Dieudo Hamadi, che celebra il coraggio dei giovani che nella Repubblica Democratica del Congo lottano per un cambio di potere e libere elezioni, con l’introduzione curata da Maria Cristina Ercolessi, docente di Sistemi politici e sociali dell’Africa contemporanea all’Unior.

“Mondovisioni”, a cura di “CineAgenzia” per la rivista Internazionale, racconta la complessità del mondo che ci circonda: storie senza filtri che ci riguardano, emozionanti, profonde, esemplari. E quel che più conta, film belli e importanti scelti e premiati dai più prestigiosi del mondo, tra cui, quest’anno, la Berlinale, il Toronto International Film Festival, il CPH:DOX di Copenaghen, il Cinema du Réel di Parigi, l’IDFA di Amsterdam, lo Sheffield Doc/Fest, l’Hot Docs di Toronto, il Sydney Film Festival ed altri.

Il tour annuale di “Mondovisioni”, dopo la presentazione al Festival di Ferrara, tocca oltre 30 tappe in tutta Italia, per un totale di circa 250 proiezioni e decine di migliaia di presenze in tutta la Penisola ogni stagione. I documentari di Internazionale vengono ospitati con successo sia da sale cinematografiche e circoli del cinema, che da associazioni, musei, scuole, biblioteche, festival, ONG e partner di ogni genere.

 

Programma “AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale”

 “Mondovisioni – I documentari di Internazionale” a Napoli

Venerdì 3 Maggio

Ø  Ore 19.00 Recruiting For Jihad di Adel Khan Farooq e Ulrik Imtiaz Rolfsen (Norvegia / 2017 / 80′)

Interverrà Roberto Tottoli, Docente di Islamistica, Unior.

Ø  Ore 21.00 Under the Wire di Chris Martin (Regno Unito / 2018 / 99′) 

Interverranno Alessandra Coppola, Giornalista del “Corriere della Sera”, e Nino Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Venerdì 10 Maggio

Ø  Ore 19.00 Eurotrump di Stephen Robert Morse e Nicholas Hampson (Regno Unito, Stati Uniti, Germania, Paesi Bassi / 2017 / 91′)

Ø  Ore 21.00 Alt-Right: Age of Rage di Adam Bhala Lough (Stati Uniti / 2018 – 105′)

Interverrà Marco D’Eramo, giornalista e scrittore.

Venerdì 17 Maggio

Ø  Ore 19.00 Whispering Truth To Power di Shameela Seedat (Sudafrica, Paesi Bassi / 2017 / 107′)

Interverrà Antonio Pezzano, Docente di Politiche di sviluppo locale in Africa, Unior

Ø  Ore 21.00 Kinshasa Makambo di Dieudo Hamadi (Repubblica Democratica del Congo, Francia, Svizzera, Germania, Norvegia / 2018 / 75′)

Interverrà Maria Cristina Ercolessi, Docente di Sistemi politici e sociali dell’Africa contemporanea, Unior.

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 25 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 26 Aprile 2019

Articoli correlati

Senza categoria | 16 Luglio 2019

TRADIZIONI IDENTITARIE

Il palio del grano di Caselle in Pittari (Sa)

Senza categoria | 16 Luglio 2019

IL DOCUMENTO

Patto di sviluppo: ecco dove andranno i 90 milioni per Napoli

Eventi | 16 Luglio 2019

IL CONCERTO

Al Noisy Festival l’inedito duo Enzo Avitabile e Kamasi Washington

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi