fbpx
venerdì 14 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

ANTICHI SCREZI

Sequestati 5 milioni al Napoli calcio per il San Paolo. E ora chi paga?

Economia, NapoliCapitale, Sport | 19 Febbraio 2014

san paolo striscione contro de laurentis

 

La Procura della Corte dei Conti di Napoli ha emesso un provvedimento di sequestro conservativo di circa 5 milioni di euro su conti correnti e depositi bancari della SSC Napoli presso Unicredit.

Come anticipava Retenews 24, il decreto, notificato stamane dalla Guardia di Finanza di Napoli, nasce dall’esposto di un consigliere comunale su presunto danno erariale e relative responsabilità amministrativo- contabili inerenti la convenzione tra Comune di Napoli e SSC Napoli per l’utilizzo dell’impianto di Fuorigrotta.
Del resto la querelle tra Comune e Napoli Calcio, attualmente nei loro attori protagonisti De Magistris e De Laurentiis, va avanti da tempo, anzi addirittura da quando a Palazzo S . Giacomo sedeva la Iervolino. Da allora è stato un continuo susseguirsi di incontri, scontri, proposte e controproposte , progetti di ristrutturazione o di totale rifacimento… senza posa. Negli ultimi faccia a faccia tra il Sindaco e il Patron azzurro si era parlato addirittura di proposte d’acquisto del S.Paolo da parte di De Laurentiis e sembrava vicino l’accordo, poi però niente di fatto.

Di qui l’ipotesi del Presidente di dare vita ad un nuovo stadio nella periferia di Napoli (Ponticelli) in modo tale da poter avere ampi spazi a disposizione per creare, sull’esempio degli stadi europei più all’avanguardia, un complesso di attività commerciali, attività di ristorazione e d’intrattenimento vario, con, al centro il rettangolo di gioco, privo finalmente, dell’odiosa e poco funzionale pista d’atletica. Un vero e proprio business, insomma…come piace a De Laurentiis.

Un progetto da 700 milioni di euro che vede però divisi i tifosi, molto legati al loro “tempio”.  In tutto ciò resta un quesito: il sequestro di stamane andrà a minare il rinnovo della convenzione tra Comune e SSC Napoli, in scadenza il 30 giugno? E in tal caso che fine faranno stadio S.Paolo e squadra? Staremo a vedere, sperando che, come spesso accade, a rimetterci non siano né i cittadini e né i tifosi.

Floriana Tortora

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 19 Febbraio 2014 e modificato l'ultima volta il 26 Settembre 2014

Articoli correlati

Campania | 26 Luglio 2020

Le poesie in napoletano della domenica di Poesie Metropolitane

Campania | 18 Luglio 2020

IL RICORDO

Luciano non morirà mai per noi, generazione cresciuta con le sue storie

Campania | 12 Luglio 2020

Le poesie in napoletano della domenica di Poesie Metropolitane

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi