giovedì 14 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

ANTICIPAZIONI

A Pompei si celebra la vendemmia e l’abbonamento al parco archeologico da gennaio 2020

Beni Culturali | 31 Ottobre 2019

È di nuovo tempo di vendemmia al Parco archeologico di Pompei!

La vendemmia 2019 e i suoi “frutti”

Questa volta la location cambia di pochi metri e dal vigneto della casa del Triclinio estivo si passa al grande cosiddetto Foro Boario nei pressi dell’Anfiteatro del sito. Ormai una tradizione che si ripete e che è frutto di uno studio e di una collaborazione che per durata sono quasi giunti al quarto di secolo tra Soprintendenza, oggi Parco archeologico, e l’azienda vinicola Mastroberardino.
Ma quest’anno la vendemmia oltre a donarci l’assaggio del Villa dei Misteri annata 2012, frutto dell’uvaggio storico di Aglianico, Piedirosso e Sciascinoso, porta con sé altri frutti. Lì nel foro Boario è stato possibile ammirare la risistemazione e la messa in sicurezza della cella vinaria con il torcularium ricostruito, ma a corredo della giornata sono giunte altre due novelle. La prima, che è stata comunicata ai tour operator per avvisarli con largo anticipo e già anticipata da una nota testata giornalistica, è l’ aumento del ticket di ingresso da gennaio 2020 che passa da 15 a 16 euro per gli adulti, ma quella più attesa da tutti quelli che l’hanno richiesta a gran voce è la notizia del giorno: il sospirato abbonamento che diventa finalmente realtà anche per Pompei.
Dopo il parco archeologico di Paestum che con il suo giovanissimo direttore Gabriel Zuchtriegel aveva fatto da apripista seguito dal Museo archeologico nazionale di Napoli con la OpenMann card , ora anche a Pompei si potrà accedere 365 giorni l’anno con una tessera annuale.
Il Direttore generale Massimo Osanna lo aveva promesso a fine primo mandato e a inizio secondo ha proceduto a realizzare questo piccolo sogno dei tanti innamorati della colonia romana sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo.

L’ abbonamento a Pompei da gennaio 2020

La tessera di abbonamento annuale che sarà istituita dal 1 gennaio 2020 avrà i seguenti costi:
– Abbonamento Annuale per area archeologica di Pompei : € 60,00;
– Abbonamento Annuale cumulativo per Pompei, Oplontis e Boscoreale: € 80,00.
Insomma, con il costo di neanche 4 biglietti di Pompei la si potrà visitare tutto l’anno.

Per le modalità di sottoscrizione si dovrà aspettare ancora ma è un’anticipazione che ci rende particolarmente felici soprattutto per coloro che si erano spesi a novembre scorso per la causa con una petizione dal titolo “Pompei 365”. Quattro cittadine di Pompei (Sonia di Prisco, Carlotta Amitrano, Anna Grazioso, Marina Minniti) si erano fatte promotrici della raccolta firme che ha visto la partecipazione e l’impegno di singoli cittadini e di esercizi commerciali di Pompei città. In totale era stata raggiunta la cifra di 1150 firme. E anche il sindaco Pietro Amitrano aveva promesso il suo appoggio. Poi la macchina si era fermata a causa del fine mandato di Osanna e in attesa di una sua eventuale rinomina fortunatamente arrivata. E ora “Pompei 365” è finalmente realtà.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 31 Ottobre 2019 e modificato l'ultima volta il 31 Ottobre 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 8 Novembre 2019

LA MOBILITAZIONE

Cittadini in piazza per salvare palazzo D’Avalos

Beni Culturali | 4 Novembre 2019

LA NOVITA’

Mann e Pompei, aumentano prezzi e offerte: ora subito più servizi

Attualità | 4 Novembre 2019

LA LEGGE

Palazzo Penne casa del design. Il consiglio regionale dice di sì

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi