martedì 10 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Asili nido al Sud: Marco Esposito vince la sua battaglia

News | 28 Marzo 2015

downloadNAPOLI, 28 MARZO – La denuncia e la conseguente battaglia civile portata avanti da Marco Esposito, presidente della lista civica MO! candidata alle prossime elezioni Regionali in Campania, finalmente ha portato i suoi frutti. Nello scorso anno infatti, la spesa storica da assegnare ai comuni per i fabbisogni in materia di scuola e asili nido, era stata determinata dalla spesa storica dei comuni e non dal numero dei suoi abitanti. Se in un Comune, nello scorso anno, non ci sono state spese per gli asili nido, il fabbisogno assegnato a quel comune è di 0 euro. Si evince che tali comuni (generalmente al Sud, dove la spesa storica per tali servizi è molto bassa) se volessero avviare questi servizi, non potrebbero farlo perché il loro fabbisogno è pari a zero euro.

Con questo processo sono stati scippati ben 700 milioni di euro al Sud per destinarli al Nord.

“Il Governo cambia rotta sugli asili nido dopo una campagna cominciata nel marzo dello scorso anno con una serie di articoli su Il Mattino” Fa sapere Marco Esposito, autore della denuncia. “Ora c’è un piano per portare entro l’anno a 37.507 i posti-bambini in Campania, Sicilia, Puglia e Calabria contro i 15.312 attuali. Nessun parlamentare del Sud, di nessun partito” Rimarca il presidente della lista MO! “era presente al momento del voto nella Bicamerale sul federalismo fiscale, quando a dicembre si è dato voto favorevole alle tabelle con fabbisogni zero a tanti grandi comuni del Mezzogiorno tra i quali Giuliano, Catanzaro, Casoria, Pozzuoli, Portici, Ercolano, San Giorgio a Cremano”.

“Abbiamo dimostrato,” Conclude Esposito. “che è possibile battersi e vincere per una giusta causa, in favore dei bambini e contro nessuno.”

Diventa fan del Vaporetto per tutte le news sulla tua città, clicca qui e seguici sulla nostra pagina!

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 28 Marzo 2015 e modificato l'ultima volta il 28 Marzo 2015

Articoli correlati

Politica | 8 Ottobre 2019

COLONIALISMO INTERNO

L’Ue ammonisce l’Italia: senza investimenti pubblici al Sud taglio ai fondi strutturali

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

Europa | 5 Settembre 2019

L’ANALISI

Occupazione dei neolaureati: Italia all’ultimo posto in Europa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi