venerdì 26 febbraio 2021
Logo Identità Insorgenti

Aurora: grande festa al Parco Verde per la sua prima comunione.

News | 13 Novembre 2018

Il mondo dei social network l’aveva conosciuta nel 2015. In un video pubblicato dalla giornalista Marilena Natale e divenuto virale, Aurora raccontava (non solo a parole) il suo calvario e condivideva – con una dolcezza disarmante – un rimprovero agli amministratori del territorio: “Non è giusto, qui i bambini sono tutti malati, non inquinate più  la nostra terra” e – aggiungeva – “lo dico soprattutto a voi politici che non siete buoni”.

Un messaggio commovente, allo stesso tempo tenero e drammatico che ha trasformato quella bambina di Caivano nel simbolo della Terra dei Fuochi.
Forse un peso troppo grande per lei, ma Aurora ha delle spalle fortissime, un cuor di guerriera e l’atteggiamento di chi è sempre capace di caricare le vite e le storie degli altri per condurle con sé.

Domenica è accaduto di nuovo: nel giorno della sua festa, durante la celebrazione della sua prima comunione nella parrocchia del Parco Verde di Caivano, Aurora non si presenta da sola. Si sistema – come sempre – alla testa del corteo immaginario dei bambini che, come lei, vivono il dolore della malattia e che ha incontrato all’ospedale di Napoli “Pausilipon”.
Li presenta tutti a Dio nella sua preghiera pubblica. Vorrebbe “stessero a casa, con la loro famiglia” perché “sono suoi figli”.

In quella chiesa gremita del quartiere popolare a Nord di Napoli, sempre al centro dell’attenzione mediatica per vicende legate alla cronaca nera, una bambina vestita di bianco consegna a tutti i presenti le armi necessarie per la battaglia contro l’inquinamento ambientale e la criminalità. Un impegno che deve continuare. Anche per lei. Certamente con lei.

Si aggiungono ai festeggiamenti – per la gioia di Aurora – anche i cantanti Gigi D’Alessio e Rosario Miraggio. Giungono gli auguri dei ministri Sergio Costa e Luigi Di Maio.

Anche stavolta, nel giorno della sua festa, Aurora accoglie e fa spazio: in lei riconosciamo la speranza e la forza di tutti i bambini colpiti da una sofferenza troppo grande e crudele per la loro tenera età. Da lei impariamo. Per lei, ancora una volta, ci impegniamo.

Tanti auguri piccola, grande Aurora! Che la gente di questa terra possa imparare a vivere all’altezza del tuo cuore e i politici essere “buoni” come te.

Un articolo di Rocco Pezzullo pubblicato il 13 Novembre 2018 e modificato l'ultima volta il 13 Novembre 2018

Articoli correlati

News | 10 Febbraio 2021

La più antica immagine della sirena Parthenope

News | 25 Novembre 2020

L’ADDIO

I ricordi del Napoli di ieri e di oggi

Attualità | 31 Agosto 2020

LA DERIVA

Napoli, Anm: la propaganda leghista viaggia sul servizio pubblico