fbpx
sabato 11 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

AZIONI SOLIDALI

Il coordinamento territoriale di Scampia promuove il futuro con nuove iniziative per i ragazzi

Periferie | 22 Giugno 2020

Volge al termine la grandissima azione di solidarietà del “Coordinamento territoriale Scampia” iniziata per contrastare l’enorme emergenza sociale scaturita dalla emergenza sanitaria.

Venerdì 19 Giugno sono stati chiusi i battenti della base logistica messa a disposizione da Davide Virgilio che è servita al Coordinamento – per quattro mesi –  per diffondere l’azione di solidarietà che è partita da Scampia ed ha raggiunto tutta l’area nord di Napoli con la distribuzione di pacchi alimentari per le famiglie più bisognose che in quel momento stavano affrontando un momento di grande crisi economica.

Il coordinamento per chiudere nel miglior dei modi questo capitolo di solidarietà ha voluto dedicare la domenica di ieri – a viale della resistenza, Scampia – ai bambini con una giornata di animazione con musica, giochi, carretti con granite e zucchero filato.

Oltre al divertimento è stato lanciato anche un concorso  a tema: i bambini dai 3 ai 6 anni dovevano portare un disegno mentre i bambini dai 7 ai 13 anni dovevano scrivere un tema:  “La Scampia che vorrei”.

La gara è ancora aperta e si può consegnare il proprio elaborato entro Giovedì 25 Giugno in diversi punti di raccolta come:

-l’Officina delle culture “Gelsomina Verde”  dalle ore 18:00 – 19:00.
– Be trend parrucchiere uomo in via monterosa 54 negli orari di apertura normalmente previsti.
-Dal Giornalaio Vincenzo Naso adiacente al parco postale negli orari di apertura normalmente previsti.

Venerdì 26 giugno si riunirà una giuria esterna composta da 7 Giudici  per valutare l’operato dei bambini che hanno partecipato e domenica 28 giugno presso l’Officina delle Culture “Gelsomina Verde” ci sarà la premiazione dei vincitori con giocattoli e tablet.

Il coordinamento territoriale di Scampia  apre così un nuovo capitolo per mettere al centro dei prossimi progetti i più piccoli – anche perché il coordinamento è sceso in campo per cercare di non lasciare nessuno indietro in un momento difficile.

Scampia grazie alla solidarietà ha mostrato resistenza evitando il peggio in un quartiere che è quello con il più alto tasso di disoccupazione a Napoli: ben consapevoli che non è con la solidarietà che risolverà da sola i problemi di Scampia. Oggi servono anche attività sociali e culturali per affrontare dei temi come la dispersione scolastica che è molto alta sul territorio. E il coordinamento vuole cercare di fare la sua parte, per far si che i ragazzi un valore aggiunto non solo per Scampia ma anche per Napoli.

Giuseppe Mancini

Un articolo di Giuseppe Mancini pubblicato il 22 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 22 Giugno 2020

Articoli correlati

Periferie | 10 Luglio 2020

SCAMPIA

L’Auditorium della discordia nel rimpallo istituzionale

Periferie | 4 Luglio 2020

SCAMPIA

Abbattuta la Vela Verde: la vittoria del popolo, la sconfitta delle istituzioni

Periferie | 20 Giugno 2020

VERDE URBANO

A Scampia i cittadini recuperano le aree abbandonate

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi