martedì 19 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Bagnoli. Al via la bonifica del mare sotto la supervisione della stazione Dohrn

News | 16 Marzo 2017

Approvato da Miur e Cipe, l’innovativo progetto vedrà la collaborazione di 60 ricercatori, provenienti dai principali istituti locali e nazionali, uniti per restituire il mare a Bagnoli e all’intera città

Si prospetta una sfida complessa, ma fondamentale per le sorti dell’ambiente marino partenopeo. È quello che traspare dalle dichiarazioni di Roberto Danovaro, presidente della stazione zoologica Anton Dohrn, promotrice della bonifica marina di Bagnoli: “Abbiamo riunito a Napoli le migliori competenze della ricerca del paese per affrontare una sfida unica in Europa. Restaurare gli ecosistemi marini di Bagnoli e lo faremo in stretta collaborazione con Invitalia e Ministero Ambiente.

Il restauro del sin Bagnoli-Coroglio rappresenta una sfida complessa che potrà consentire lo sviluppo di metodologie innovative applicabili in casi simili in Mediterraneo e in Europa. E’ doveroso sottolineare la lungimiranza del Miur nell’aver sostenuto una proposta di ricerca quale contributo essenziale alla conoscenza indirizzata al restauro di un ambiente marino costiero straordinario, dove l’impatto dell’attività industriale ha prodotto drastici cambiamenti ambientali”.

Un’equipe ricca di eccellenze, formata da ben 60 ricercatori, provenienti da Szn, Ispra università Federico II, Uni Campania, Parthenope, Cnr isac, Cnr iamc, Univpm, Ingv enea, Iss, uniti per restituire a tutti noi la straordinaria ricchezza di quei luoghi, troppo spesso abbandonati a un crudele destino..

Un articolo di Antonio Barnabà pubblicato il 16 Marzo 2017 e modificato l'ultima volta il 16 Marzo 2017

Articoli correlati

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

Ambiente | 26 Agosto 2019

BAGNOLI

Nuovo blocco per la bonifica. Bando di gara da rifare

NapoliCapitale | 14 Luglio 2019

LA SVOLTA

Dissequestrata Bagnoli: ora si spera nella rapida bonifica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi