fbpx
domenica 29 novembre 2020
Logo Identità Insorgenti

BASKET NAPOLI

Intervista al nuovo mental coach Aldo Chiari: “Tornare? Una scelta d’amore”

NapoliCapitale, Sport | 24 Giugno 2014

aldo chiari

Aldo Chiari, napoletano, si occupa di sport a livello professionistico come dirigente federale, preparatore fisico, coach e mental coach. Ex agonista negli sport da ring, oggi si occupa della formazione e la “costruzione” degli atleti sotto vari punti di vista. Emigrato da diversi anni, è imminente il suo ritorno a Napoli. Una scelta di vita, non solo di carriera.

Abbiamo letto del tuo rientro al Basket Napoli…

Sì,in effetti ho già lavorato per anni a Napoli,sia in quella che una volta era la Eldo, serie A 1, sia in altre squadre della città militanti in gironi minori. Dopo due anni nel Veroli Basket,ho avuto la fortuna di rientrare a Napoli e poter lavorare attivamente per la squadra della mia città,che porto sempre nel cuore.

E’ stata solo fortuna?

La fortuna aiuta gli audaci! La fortuna aiuta sempre,certo,ma sostanzialmente (e qui faccio il mental coach!) con la costruzione di un obiettivo e la pianificazione del lavoro per realizzarlo. -Da questa risposta si capisce che c’è stata una precisa volontà nel voler tornare… Di certo,è stata una scelta. Ci stavo lavorando da tempo. L’amore per la mia città (me la sono pure tatuata addosso!),il desiderio spasmodico di adoperarmi per lei, di lavorare alla sua crescita, sia nel mio ambito che in quello sociale, erano diventati ormai l’obiettivo primario. Chi mi conosce lo sa, passo il tempo a parlare della Napoli VERA, la grande città che più di ogni altra ha dato lustro e cultura al mondo, a smontare i luoghi comuni e le falsità che contro di lei vengono montate ogni giorno, a cercare di infondere un po’ di amore per questa splendida realtà anche in chi non ha avuto la fortuna di nascere qui.

Da dove nasce questo legame così profondo?

Io credo che ogni VERO napoletano abbia, nel suo DNA, l’amore incondizionato per Napoli. Quando vivi fuori,poi, tutto ciò è amplificato dalla lontananza. Prima era solo amore “innato”, poi ho cominciato ad interessarmi della storia, del risorgimento, di come siamo stati e siamo tuttora trattati e l’amore inconsapevole si è fatto consapevolezza, quasi Crociata. Nessuno può parlare male di Napoli in mia presenza senza ricevere la giusta replica in cambio! Ciò che mi preme maggiormente, ed è ciò che faccio anche coi miei ragazzi, è lavorare sull’identitarismo. Solo una forte identità può dare le giuste motivazioni per intraprendere una lotta dura, spesso iniqua, ma necessaria. L’emergenza di Napoli,al di là di tutte quelle costruite ad arte, è identitaria… Il mio obiettivo più ambizioso è sempre stato quello di trasformare l’aggettivo “napoletano” in sinonimo di eccellenza, annientando tutto l’immaginario negativo che vi si è costruito intorno. Napoli è sempre stata la città dell’eccellenza, dalla cultura all’arte passando per lo sport. Questo è il solo motivo per il quale dovrebbe essere conosciuta.

Ti e ci auguriamo che ciò torni ad essere

Ce lo auguriamo tutti e lavoriamo per questo.

Aldo,ti ringraziamo per la bella chiacchierata. In bocca al lupo e forza Napoli.

Grazie a voi per la disponibilità e sempre forza Napoli!

Laura Laporta

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 24 Giugno 2014 e modificato l'ultima volta il 24 Giugno 2014

Articoli correlati

NapoliCapitale | 9 Settembre 2020

SU SKY ARTE

Le sette meraviglie di Napoli: dalle ville vesuviane alla città Barocca con la voce narrante di Mimmo Borrelli

NapoliCapitale | 5 Settembre 2020

COLONIALISMO

Giannola, presidente Svimez: “Scippati 60 miliardi all’anno al Sud”

Beni Culturali | 12 Agosto 2020

SOLO IL NORD

Piano per i Beni Culturali: appena 3 milioni al Sud sui 100 stanziati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi