fbpx
venerdì 7 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

BLITZ AZZURRO

Prima Mertens, poi Lozano: il Napoli passa 2-1 in casa del Genoa

Sport | 8 Luglio 2020

Il Napoli passa 2-1 in casa del Genoa e si regala la settima vittoria nelle ultime otto gare di campionato, suggellando uno straordinario momento di forma che fa della squadra azzurra la seconda forza del torneo nel girone di ritorno di questa Serie A, al pari della capolista Juventus e alle spalle della sola Atalanta, unica compagine contro cui gli uomini di Gattuso hanno fin qui alzato bandiera bianca.

Fantasia al potere

Il Napoli di Marassi ha offerto una prestazione convincente anche sotto il profilo del gioco. Gattuso sta insegnando ai suoi ragazzi a interpretare le partite in maniera diversa tra di loro, anche all’interno degli stessi novanta minuti. Non solo fioretto o sciabola, estro o agonismo: tutti insieme nel medesimo calderone, se necessario.

Contro un Genoa alla ricerca disperata di punti salvezza, gli Azzurri non concedono sconti. Tengono a lungo il pallino del gioco, sono propositivi e costantemente proiettati nella metà campo avversaria. Qualche gratuita disattenzione di troppo accende qualche spia di pericolo – leggasi i disimpegni errati di Maskimovic e Manolas, oltre alla pregevole parata di Meret su Cassata – ma lo spartito non ne risente più di tanto.

Elmas porta in vantaggio il Napoli dopo pochi minuti, ma il VAR congela e strozza la gioia del macedone – già in gol a Marassi contro la Sampdoria – per un impercettibile tocco di mano, in area di rigore, di Manolas sugli sviluppi precedenti dell’azione. Il gol dell’1-0, quello che nessun regolamento può cancellare, lo segna allo scadere del primo tempo Dries Mertens.

Un gol dei suoi, tanto per cambiare, realizzato con un fine destro liftato che termina la sua corsa all’angolino basso e più remoto alla sinistra di Perin. Sarà che il belga ci ha abituati bene, sarà pure che a suon di magie abbiamo fatto il palato fino, ma voi un gol brutto di Ciro, a memoria, ve lo ricordate?

Il quarto elemento

Il momento di momentaneo appannamento vissuto a metà primo tempo si ripete a inizio ripresa. Il Napoli lascia campo al Genoa e alla sua reazione (sopratutto) di orgoglio. Il Grifone coglie subito l’occasione e pareggia i conti di testa, su azione d’angolo, con Goldaniga.

Gattuso coglie le difficoltà dei suoi e attua le dovute contromosse. Poco prima del 20° del secondo tempo, entrano Milik e Lozano per Mertens e Politano. Centoventi secondi dopo, Ringhio raccoglie i frutti delle sue scelte. Fabian Ruiz pennella da destra verso sinistra, servendo il taglio esterno-interno di Lozano: il messicano coglie di spalle la retroguardia genoana, si presenta solo davanti a Perin, rischia di cancellarsi da solo per via del passo più rapido del pallone prima di riuscire, quasi in extremis, a calciare sull’uscita del numero uno di casa e mettere la palla alle sue spalle.

Quinto gol stagionale per l’attaccante messicano, il secondo dalla ripresa post-lockdown. Come a Verona, infatti, l’impatto sulla gara dell’ex PSV Eindhoven è stato letale e decisivo per portare i tre punti in palio all’ombra del Vesuvio. Più che recuperarlo in vista di un’eventuale remunerativa cessione sul mercato, vuoi vedere che El Chucky rappresenta quel quarto elemento in grado di rendere gli Azzurri ancor più forti, completi e imprevedibili?

Barcellona, in fondo, non è poi così lontana. Poco meno di un mese.

Forza Napoli,

Sempre!

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 8 Luglio 2020 e modificato l'ultima volta il 9 Luglio 2020

Articoli correlati

Sport | 7 Agosto 2020

CALCIO IN ROSA

Svelata la nuova Serie A: il Napoli Femminile esordirà a Bari

Sport | 1 Agosto 2020

ULTIMO ATTO

3-1 alla Lazio: il Napoli chiude bene il campionato, testa ora a Barcellona

Sport | 31 Luglio 2020

IL RECORD

Immobile punta Higuain: perché quel primato deve resistere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi