lunedì 10 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

UN PASSO INDIETRO

Il Napoli pareggia ancora: col Bologna finisce 1-1

Sport | 15 Luglio 2020

Dopo il 2-2 di domenica sera al San Paolo contro il Milan, il Napoli impatta nuovamente sul pareggio, non andando oltre l’1-1 in casa del Bologna. Mai il segno X aveva fatto capolino in campionato da quando Gattuso siede sulla panchina azzurra: nel giro di tre giorni ne sono arrivati due.

Che poi, ad onor del vero, per quanto visto in campo, quello di stasera è un punto assolutamente guadagnato, nonostante il vantaggio iniziale di Manolas avesse indirizzato l’inerzia della gara a nostro favore. Il Bologna ci ha messo cuore e impegno, raccogliendo gli stimoli lanciati dal suo allenatore alla vigilia del match. Ha meritatamente pareggiato con Barrow a dieci minuti dal termine, ma avrebbe potuto riuscirci con largo anticipo se il VAR non avesse rilevato due millimetrici fuorigioco a Mbaye, prima, e a Palacio, poi.

Pochi spunti, tante ombre

Di certo il Napoli visto al Dall’Ara è lontano parente della squadra brillante, propositiva e in costante miglioramento che avevamo ammirato nelle ultime uscite stagionali. Poco contano le rotazioni effettuate nell’undici titolate da Mister Gattuso, visto che il momento di principale difficoltà e affanno è coinciso con l’ingresso sul rettangolo di verde dei giocatori di maggior spicco della rosa partenopea.

Ancora note liete dal messicano Lozano, lanciato nella mischia dal primo minuto e autore di una prova carica di personalità e ottimi spunti tecnici. Preoccupante, invece, la prestazione offerta da Arkadiusz Milik. Il polacco, oramai destinato a lasciare il club al termine della stagione, sembra già lontano da Napoli sia con la testa, sia con le gambe.

Non che si voglia addurre l’attaccante azzurro quale capro espiatorio, ma lo scialbo 1-1 raccolto nella serata emiliana ci restituisce il ritratto di un gruppo di giocatori che, ancor prima che nel gioco, ha bisogno di tenere sempre alta l’asticella dell’attenzione e della concentrazione. Perché la Coppa Italia messa in bacheca lo scorso giugno, in un certo qual modo, può aver svuotato di sostanza e motivazioni ciò che restava del percorso in campionato. Ma la stagione azzurra – si badi bene – è tutt’altro che finita.

Forza Napoli,

Sempre!

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 15 Luglio 2020 e modificato l'ultima volta il 16 Luglio 2020

Articoli correlati

Sport | 8 Maggio 2021

Il Napoli annienta lo Spezia, continua la corsa Champions

Sport | 6 Maggio 2021

A Napoli dal 4 al 6 maggio i Campionati Italiani di Scherma

Sport | 2 Maggio 2021

Beffa finale, Napoli-Cagliari finisce 1-1