fbpx
lunedì 30 novembre 2020
Logo Identità Insorgenti

BRUTTO NAPOLI

Gli Azzurri cadono 2-1 a Parma: Gattuso preoccupato in vista del Barcellona

Sport | 22 Luglio 2020

Il Napoli perde 2-1 sul campo del Parma e inanella la seconda sconfitta del suo campionato post-lockdown, scivolando addirittura al settimo posto in campionato. A tre giornate dal termine del torneo e ad altrettante settimane dal match di Champions League con il Barcellona, l’involuzione fatta registrare dagli Azzurri nell’ultimo periodo rischia di farsi davvero preoccupante.

Passi pure l’alibi della qualificazione in Europa già raggiunta in virtù della vittoria della Coppa Italia, ma la prestazione offerta questo pomeriggio a Parma è stata a dir poco obbrobriosa. Seppur rinnovata in alcuni suoi elementi – in particolare dalla cintola in su, con Lozano centravanti e Allan nuovamente titolare in mediana – la squadra di Gattuso è parsa spenta, prevedibile e tutt’altro che in grado di pungere l’avversario.

A tratti abbiamo finanche dubitato che questa partita, in un modo o nell’altro, la si volesse tentare di vincerla.

Alla fine l’ha vinta il Parma, di rigore. Così come di rigore – il quarto stagionale fischiato a favore del Napoli – era stata la momentanea reazione dei nostri firmata da capitan Insigne. I tre gol tutti realizzati dagli undici metri hanno reso l’arbitro Giua il protagonista indiscusso, e in negativo, del pomeriggio emiliano. Il fischietto sardo, lo stesso che negò un rigore solare a Milik in un Napoli-Lecce dello scorso febbraio, cade due volte nella trappola dei padroni di casa, punendo con la massima punizione i (non) interventi di Mario Rui su Grassi e di Koulibaly su Kulusevski.

Dalla sala VAR, intanto, nessun supporto o indicazione.

Direzione di gara a parte, resta la brutta e impalpabile prestazione offerta dal Napoli, apparso spento e prevedibile nella sua proposta offensiva. C’è tanto da lavorare per Gattuso nelle prossime settimane. Dovesse trattarsi di un mero problema di concentrazione e motivazioni, lo scopriremo presto. In tal senso, Sassuolo, Inter e Lazio rappresentano tre avversari di prim’ordine al cui cospetto ritrovare non solo geometrie, ma anche mordente e cattiveria agonistica.

Forza Napoli,

Sempre!

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 22 Luglio 2020 e modificato l'ultima volta il 23 Luglio 2020

Articoli correlati

Sport | 29 Novembre 2020

NEL NOME DI DIEGO

Uragano Napoli, 4-0 alla Roma

Sport | 28 Novembre 2020

IN DIFESA DI DIEGO

La vera storia del “grande” evasore fiscale Maradona

Sport | 27 Novembre 2020

IL RICORDO

Di quando ho visto Maradona e i suoi occhi videro me

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi