domenica 21 aprile 2019
Logo Identità Insorgenti

BUONE NOTIZIE

Villa Arianna a Stabia di nuovo aperta al pubblico

Beni Culturali | 17 Aprile 2019

Lo scorso ottobre un forte vento dovuto a un maltempo inusuale dalle nostre parti aveva costretto Villa Arianna alla chiusura. Uno dei gioielli sulla collina di Varano, vanto degli stabiesi e oggetto ancora di studi in corso.

E’ stata ripristinata la copertura moderna divelta

È stata ripristinata e puntellata la copertura moderna e, insieme alla copertura del cosiddetto “Secondo Complesso”, sarà oggetto di un radicale rifacimento. Si lavora ancora per aprire altre zone di Villa Arianna da sempre chiuse al pubblico.
Alla presenza della Direttrice ad interim del Parco archeologico di Pompei, Alfonsina Russo, di cui l’antica Stabiae fa parte, del Direttore Generale del Grande Progetto Pompei, Mauro Cipolletta, del Direttore degli scavi di Stabia Francesco Muscolino e del Sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, sono stati presentati gli interventi di miglioramento del decoro complessivo della villa e di accoglienza per i visitatori.

Nuovi cartelli segnaletici, nuove staccionate e un’oasi verde per i visitatori

Sono stati riposizionati i nuovi cartelli segnaletici nelle adiacenze della villa in vista di un potenziamento della cartellonistica stradale.
Uno dei problemi che hanno, difatti, sia Villa Arianna che la più famosa villa San Marco, è che pur essendo completamente gratuite 365 giorni all’anno, non sono facilmente rintracciabili e identificabili ai non indigeni per una scarsa segnaletica.
Sono state anche rifatte le staccionate che delimitano i percorsi di visita e si è cercato di rendere l’area verde ad ovest della villa con panchine e ulivi un luogo di sosta gradevole per i visitatori. Sono stati anche stabilizzati i tratti dei fronti non scavati.

Cooperazione, sinergia e attenzione per Stabia: un museo archeologico e adeguate strutture di accoglienza

Il direttore ad interim Alfonsina Russo ha posto l’accento sull’attenzione del Parco archeologico di Pompei ( ex Soprintendenza) per i siti cosiddetti minori di competenza del Parco: “ La riapertura della villa è solo l’inizio di una progressiva riqualificazione e una dimostrazione della rinnovata attenzione del Parco archeologico di Pompei verso lo straordinario patrimonio archeologico dell’antica Stabiae”.
Il direttore del GPP, generale Mauro Cipolletta, accenna all’opera di valorizzazione dei siti in gestione del Parco: “ La proposta inserita all’interno del Piano Strategico per lo sviluppo delle aree comprese nel piano di gestione del sito UNESCO “Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata” , prevede la valorizzazione delle aree archeologiche di Stabia, Villa San Marco e Villa Arianna, attraverso il miglioramento delle vie di accesso e di collegamento ad altre evidenze culturali, nonché la riqualificazione delle aree di sosta, dotandole anche di adeguate strutture di accoglienza turistica (ingresso con info – point, piccola area espositiva, bar, ecc.).
Soddisfatto il sindaco Cimmino che sottolinea la sinergia intrapresa e la cooperazione tra Comune di Castellammare di Stabia e Parco archeologico di Pompei , “una cooperazione che proseguirà con la realizzazione del Museo Archeologico di Stabia all’interno del Palazzo Reale di Quisisana, nell’ottica del potenziamento del marketing territoriale che insieme siamo pronti a promuovere per dare impulso al turismo culturale in città”.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 17 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 17 Aprile 2019

Articoli correlati

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

LA LETTERA

Al Museo di San Martino piove materiale da un soffitto e hanno chiuso la sala davanti ai nostri occhi

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

L’INTERVISTA

Il geologo Caniparoli: “Incurabili, subito indagini vibrometriche per capire l’impatto della Metro”

Beni Culturali | 18 Aprile 2019

PASQUA CAMPANA

Mann e Capodimonte aperti per Canova e Caravaggio. Gli orari dei musei, quasi tutti in funzione durante le festività

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi