fbpx
venerdì 10 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

CALCIO IN ROSA

Il Napoli Femminile in festa: le Azzurre promosse in Serie A

Sport | 26 Giugno 2020

Dalla prossima stagione l’azzurro partenopeo sarà presente anche sui campi della Serie A di calcio femminile. A renderlo possibile è stata la Napoli Carpisa Yamamay del Presidente Raffaele Carlino, promossa nella massima divisione in rosa del campionato italiano dopo la vittoria del torneo di Serie B.

La notizia era nell’aria già da un paio di settimane, all’indomani della decisione della Divisione Femminile della FIGC dello scorso 10 giugno di sospendere definitivamente i campionati dopo l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Ieri è finalmente diventata ufficiale con la ratifica da parte del Consiglio Federale, che ha decretato la promozione in Serie A delle Azzurre.

Prima della sospensione del campionato, avvenuta a sette incontri dal termine della stagione, il Napoli Femminile guardava tutti dall’alto verso il basso con due punti di vantaggio – ma una partita in meno – sulla Lazio e quattro sul San Marino, quest’ultimo promosso in massima serie insieme alle nostre ragazze in virtù del miglior coefficiente aritmetico rispetto alle rivali capitoline.

Il Napoli Femminile mancava dalla Serie A da ben sei stagioni e vi fa ritorno grazie a una doppia promozione consecutiva che, nel giro di meno di due anni, lo ha proiettato dalla C al massimo palcoscenico nazionale.

Traguardi e nuovi punti di partenza

La promozione in Serie A è stata prontamente commentata e festeggiata dalla società partenopea sul proprio sito web e sui propri canali social. Anche se la sospensione del campionato non ha consentito di festeggiare sul campo un traguardo così prestigioso, il club partenopeo ha rivendicato a pieno merito la vittoria ottenuta, figlia di un primato in classifica che le Azzurre avevano conquistato proprio poco prima dell’interruzione del torneo, vincendo in trasferta i due scontri diretti con le principali inseguitrici: 2-1 sul campo della Lazio, 3-1 in quel di San Marino.

Il ritorno in massima serie – ha assicurato a più riprese il patron Carlino – non sarà una passerella di passaggio, né un obiettivo su cui crogiolarsi a lungo. Carlino, presidente azzurro nonché fondatore e amministratore del noto marchio di moda Carpisa, ha intenzioni ambiziose e nutre il sogno di rendere Napoli una delle eccellenze del panorama calcistico femminile italiano ed europeo.

Il modello gestionale del club, incentrato sull’azionariato popolare diffuso “in stile Barcellona”, ha contribuito a dare solidità alla società e a creare interesse e partecipazione intorno al movimento. In vista della prossima stagione, il primo obiettivo già raggiunto è stato quello di far tornare a giocare le nostre ragazze a Napoli.

Nel campionato da poco concluso, le Azzurre hanno giocato le loro gare interne al “Clemente” di Casamarciano, nel nolano, utilizzando il “Simpatia” di Pianura per gli allenamenti settimanali. Il desiderio, neanche tanto velato, sarebbe quello di tornare a calcare il terreno dello Stadio “Collana”, che aveva già ospitato il Napoli Femminile in passato, incluso l’ultimo torneo di Serie A del 2013/2014.

Le note problematiche che ancora oggi interessano l’impianto vomerese hanno, però, costretto il presidente Carlino a dirottare sul “Caduti di Brema” di Barra per le gare casalinghe, con gli allenamenti che saranno invece svolti alla Schiana di Pozzuoli. Una decisione che ha comunque lasciato soddisfatto il numero uno azzurro, per cui la tematica strutture rappresenta l’argomento principale per poter dare la continuità necessaria a un progetto che non vuol smettere di guardare avanti e che si prepara a un nuovo obiettivo.

Quello di provare a rompere le uova nel paniere alle rivali e ai grandi club del Nord Italia.

Antonio Guarino 

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 26 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 26 Giugno 2020

Articoli correlati

Sport | 9 Luglio 2020

SETTEBELLO D’ORO

9 agosto 1992: quando Barcellona si tinse d’azzurro

Sport | 8 Luglio 2020

BLITZ AZZURRO

Prima Mertens, poi Lozano: il Napoli passa 2-1 in casa del Genoa

Sport | 7 Luglio 2020

EFFETTO GATTUSO

Dati e spunti di riflessione sulla metamorfosi del Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi