fbpx
mercoledì 3 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

CALCIO

Sì del Governo agli allenamenti di gruppo dal 18 maggio: “Il Protocollo, però, è da adeguare”

Sport | 11 Maggio 2020

Via libera alle sedute di allenamento collettive nel calcio dal prossimo 18 maggio. Con una nota congiunta diramata pochi minuti fa, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e quello della Salute, Roberto Speranza, hanno autorizzato i club a svolgere lavoro di gruppo a partire dal prossimo lunedì 18 maggio.

“Il parere richiesto dal Governo sul protocollo presentato dalla F.I.G.C. – si legge nella nota – è stato espresso dal Comitato Tecnico Scientifico e conferma la linea della prudenza sinora seguita dai ministeri competenti. Le indicazioni del Comitato, che sono da considerarsi stringenti e vincolanti, saranno trasmesse alla Federazione per i doverosi adeguamenti del Protocollo, in modo da consentire la ripresa in sicurezza degli allenamenti di squadra a partire dal 18 maggio”.

Per cui sì alla ripresa degli allenamenti, ma i livelli di guardia e di prudenza dovranno comunque essere altissimi, al fine di non rendere vani gli sforzi fin qui profusi per garantire un repentino ed efficace ritorno in campo dei club calcistici.

Già sul finire della scorsa settimana, i calciatori hanno ripreso a lavorare svolgendo sedute individuali facoltative e questo importante segnale di apertura giunto dal Viminale può costituire un passaggio importante verso la ripresa definitiva anche dei campionati.

Ipotesi di calendario

L’ok agli allenamenti di gruppo consente di avanzare qualche ipotesi più attendibile circa la calendarizzazione delle partite. Su questa falsariga, il ritorno in campo della Serie A potrebbe essere fissato per il week-end del 13-14 giugno o, al massimo, per quello seguente, con gare poi da giocarsi ogni tre giorni fino ai primi di agosto.

Nel mezzo sarà necessario trovare una collocazione anche alle semifinali di ritorno di Coppa Italia (Juventus-Milan e Napoli-Inter) e al successivo atto finale della coccarda tricolore. Al momento, resta difficile pensare ad un dirottamento delle sfide al termine del campionato, dal momento che il mese di agosto con tutta probabilità sarà di appannaggio esclusivo della UEFA per la conclusione delle fasi ad eliminazione diretta di Champions ed Europa League.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 11 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 11 Maggio 2020

Articoli correlati

Sport | 25 Maggio 2020

LA PROPOSTA

Netflix e la partita del secolo: sulla Canottieri Napoli, gloria della nostra pallanuoto

Sport | 24 Maggio 2020

QUALE FUTURO

De Laurentiis compie 71 anni: domande e riflessioni sul progetto azzurro nel giorno del suo compleanno

Sport | 22 Maggio 2020

L’ADDIO

Ci lascia Gigi Simoni, l’allenatore gentiluomo: vestì l’azzurro in campo e in panchina

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi