fbpx
lunedì 1 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

CALCIO SOLIDALE

Covid, il gesto del Napoli: uova di Pasqua azzurre per gli ospedali campani

Sport | 9 Aprile 2020

Uova di Pasqua azzurre, griffate “SSC Napoli”, per medici e infermieri di tutti gli ospedali campani impegnati in prima linea nella lotta contro il Covid-19. E’ questa l’iniziativa solidale messa in campo dal club partenopeo per mostrare la propria vicinanza e gratitudine all’intero staff sanitario che, mettendo a rischio la propria stessa vita, è alle prese con la straordinaria emergenza legata al Coronavirus.

A renderlo noto è stata la stessa società azzurra con un comunicato pubblicato sul proprio sito web, con cui ha fornito ulteriori dettagli e informazioni su quali saranno i presidi e le aziende ospedaliere destinatarie della simbolica donazione.

Si tratta, in particolare, delle uova di cioccolato formato gigante da 3,5 kg riportanti il marchio ufficiale del Calcio Napoli e prodotte dalla nota azienda dolciaria vesuviana Crispo, a cui giocatori, staff e dipendenti della squadra hanno volutamente rinunciato affinché fossero destinate alle comunità ospedaliere della Campania coinvolte nella battaglia al nemico invisibile che sta sconvolgendo le nostre vite.

Sul territorio di Napoli, le uova saranno inviate agli Ospedali “Cotugno” e “Monaldi” dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, all’Istituto Nazionale Tumori “Pascale”, al “Loreto Mare”, all’Ospedale del Mare di Ponticelli, all’Azienda Ospedaliera “Federico II” e al “Moscati”.

Al di fuori del capoluogo campano, invece, gli Ospedali interessati sono il “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, il “San Pio” di Benevento, il “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, il “Mauro Scarlato” di Scafati, il “Maria SS. Addolorata” di Eboli, il “Sant’Ottone Frangipane” di Ariano Irpino, oltre ai Presidi ospedalieri di Boscotrecase e Maddaloni.

Diversivi per i tifosi ai tempi della quarantena

Con l’attività agonistica ferma e gli allenamenti sospesi fino a data da destinarsi, la società azzurra ha provato a offrire una serie di diversivi e intrattenimenti ai suoi tifosi finalizzati a creare momenti di svago e di coinvolgimento collettivo nonostante i limiti della quarantena.

E’ così, oltre a (ri)proporre alcuni dei gol più belli degli Azzurri, su questa falsariga sono nate altre iniziative come il flashmob di “Un giorno all’improvviso” cantato dai balconi, le video-ricette della pizza e della paella spagnola realizzati da capitan Insigne, Giovanni Di Lorenzo e Fabian Ruiz o i challenge in cui i ragazzi e le ragazze del settore giovanile partenopeo si destreggiavano in palleggi e acrobazie con un limone o un’arancia, sfidando i tifosi a replicare e a pubblicare le stesse gesta.

L’ultima idea, in ordine di tempo, si chiama invece “Home Workout”.

Si tratta di un ciclo di sei video-lezioni di wellness casalingo suddivise in tre differenti livelli di difficoltà, predisposte dallo staff tecnico della squadra di Gennaro Gattuso e interamente dedicate a quei tifosi che, direttamente da casa, vogliono provare a tenersi in forma seguendo i suggerimenti e le istruzioni di chi, quotidianamente, si prende cura dei muscoli dei propri beniamini.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 9 Aprile 2020 e modificato l'ultima volta il 9 Aprile 2020

Articoli correlati

Sport | 25 Maggio 2020

LA PROPOSTA

Netflix e la partita del secolo: sulla Canottieri Napoli, gloria della nostra pallanuoto

Sport | 24 Maggio 2020

QUALE FUTURO

De Laurentiis compie 71 anni: domande e riflessioni sul progetto azzurro nel giorno del suo compleanno

Sport | 22 Maggio 2020

L’ADDIO

Ci lascia Gigi Simoni, l’allenatore gentiluomo: vestì l’azzurro in campo e in panchina

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi