fbpx
domenica 17 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

CALENDARIO DELL’AVVENTO

15 dicembre – La meretrice nel presepe napoletano, che fa da contrappunto alla verginità di Maria

Cultura, Identità, NapoliCapitale, Storia | 15 Dicembre 2018

Simbolo erotico per eccellenza, la meretrice è il 15esimo personaggio del Calendario dell’Avvento di Identità Insorgenti. E’ ubicata nelle vicinanze dell’osteria, in contrapposizione alla Natività che è alle spalle. In particolar modo la meretrice fa da contrappunto alla verginità di Maria: è l’accoglienza carnale, ma anche la donna che vuole essere redenta nello spirito. Sul presepe, dove è personaggio sempre più raro, è una donna procace vestita con abiti sontuosi ma stracciati, simbolo di lussuria.

Su questa figura però non si sofferma quasi nessuna delle fonti, alcune delle quali non la citano nemmeno. C’è chi la vuole collocata vicino alla zingara. In Mistero Napoletano di Roberto De Simone, il personaggio chiave e rappresentativo è Ciulla della Pignasecca, pubblica meretrice ed attrice, che si presenta in abiti da Madonna, dovendo ricoprire tale ruolo nella sacra rappresentazione popolare: nell’ultima scena dell’opera si vede una drammatica Natività sullo sfondo di Napoli, con i commedianti che cantano tra le fiamme: quasi anime purganti o dannati.

(nella foto di Francesco Paolo Busco, la meretrice secondo Gambardella, via S. Gregorio Armeno 40, Napoli)

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 15 Dicembre 2018 e modificato l'ultima volta il 18 Dicembre 2018

Articoli correlati

Cultura | 6 Gennaio 2021

ANNIVERSARI IGNORATI

“Napoli dopo mezzanotte”: uno scritto di Francesco Mastriani a 130 anni dalla morte

Cultura | 4 Gennaio 2021

IL DOCUMENTARIO

La bellezza commovente de “Il nostro Eduardo” su Rai Uno il 9 gennaio

Cultura | 29 Dicembre 2020

CINEMA

Il bilancio 2020 della Film Commission Campania: nel 2021 i film di Sorrentino e Martone