domenica 15 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

CALENDARIO DELL’AVVENTO

I presepi di Napoli da vedere: la natività più grande del mondo al Duomo (di Cantone e Costabile)

Identità | 1 Dicembre 2019

Vi abbiamo fatto compagnia negli scorsi due anni dal 1 al 25 dicembre, con la storia e i significati dei pastori napoletani del presepe, raccontandoveli uno per uno.

Quest’anno invece vi proponiamo un “calendario dell’avvento” che giorno per giorno vi porterà tra chiese e musei di Napoli, dove sono custoditi alcuni presepi antichissimi o altri di artigianato nostrano attuale.

Ed è da questo che iniziamo oggi, portandovi al Duomo di Napoli, la Cattedrale, da cui iniziamo il nostro viaggio tra i presepi.

La natività più grande del mondo

Da pochissimi giorni è stato allestito nel Duomo di Napoli il presepe gigante realizzato dalla bottega Cantone & Costabile. E’ la natività più grande del mondo: con la statua di San Giuseppe alta più di  4 metri e quella della Madonna più di 3 e mezzo.

Artigiani storici di San Gregorio Armeno, Cantone e Costabile l’hanno voluta eseguire seguendo i canoni settecenteschi della scuola napoletana: in pochissimi giorni è diventata già una nuova “attrazione turistica” dell’area intorno al Duomo, dove ci sono ben 7 musei (tra cui quello del tesoro di San Gennaro).

Questo presepe, che potremmo definire senza ombra di dubbio “monumentale” è stato realizzato come i classici pastori napoletani: testa ed arti in terracotta policroma, occhi in vetro, corpo in tubolari di ferro imbottiti e abiti in tessuti preziosi.

Cantone e Costabile in piazza Vaticano

Cantone e Costabile sono già noti a livello internazionale per le loro iniziative. Porta la firma di questi artigiani il presepe monumentale esposto in piazza del Vaticano sia nel 2013 che nel 2017. Sono stati i primi a esporre in quello spazio un presepe.  Ma non solo. Nel Natale del 2014 Cantone e Costabile realizzarono una mostra personale con 7 diorami e un presepe di 20 metri quadri, nel Museo dei Cavalieri di Colombo negli Stati Uniti. Nel Natale del 2015 realizzarono, inoltre, per volere di Papa Francesco, il presepe” Pace in Terra” esposto nella Basilica Superiore di Assisi tra gli affreschi di Giotto e Cimabue. Stavolta giocano in casa, a Napoli, la loro patria, a due passi dalla loro bottega.

Lucilla Parlato

 

Ph Francesco Paolo Busco.

Video inaugurazione di Videoinformazioni.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 1 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 2 Dicembre 2019

Articoli correlati

Identità | 15 Dicembre 2019

16 DICEMBRE

La festa del Patrocinio di San Gennaro: domani si attende il “terzo” miracolo, quello di dicembre

Arte e artigianato | 12 Dicembre 2019

IL MURALE

La Capera torna ai Quartieri Spagnoli: opera di Iodice e De Rienzo di “Miniera”

Identità | 11 Dicembre 2019

SUL NY TIMES

Le orecchiette artigianali sequestrate a Bari diventano un caso internazionale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi