venerdì 23 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

Camera di ventilazione della Linea 6 | Calabrese: “Sicurezza e coerenza architettonica sono le nostre priorità”

News | 27 Settembre 2018

NAPOLI, 27 SETTEMBRE – “Sicurezza e coerenza architettonica, sono le priorità che ci si è dati nella realizzazione della camera di ventilazione forzata che sarà realizzata in piazza del Plebiscito lungo la tratta di galleria compresa tra le due stazioni di Chiaia e Municipio della Linea 6 – afferma in una nota l’assessore Mario Calabrese in merito all’avvio del cantiere di Piazza Plebiscito -, e che garantirà l’equilibrio aeraulico della linea stessa. La camera, inoltre, collegando la galleria con un ventilatore (e con l’esterno) in caso di incendio permetterà l’accesso immediato dei vigili del fuoco.”

Dopo numerosi studi circa altre possibili ubicazioni, tutte comunque localizzate per ragioni tecniche nel “salotto buono” della città, si è arrivati alla conclusione di utilizzare per la camera di ventilazione i manufatti già realizzati verso la fine degli anni 80 dall’ATAN per la realizzazione della linea tranviaria rapida (LTR), ubicati in piazza del Plebiscito ed attualmente inutilizzati; anche con lo scopo fondamentale di ridurre operazioni di scavo e di riutilizzare queste strutture in sotterraneo già realizzate e metterle in sicurezza per la tutela della stessa Piazza. Si tratta di opere che vennero costruite in occasione del Mondiali ’90 e chiuse poi rapidamente in occasione del G7 del ’94 quando l’idea del “tram veloce” venne definitivamente abbandonata.

Al termine dei lavori resteranno a vista solo due griglie di areazione integrate nella pavimentazione ed il chiusino per la copertura dell’accesso per i vigili del fuoco che sarà pavimentato. L’opera è stata concordata con la Soprintendenza e progettata dall’architetto portoghese Alvaro Siza con l’obiettivo di inserire le stesse griglie e renderle omogenee alla texure dello storico basolato in pietra sia come colore che come geometria. Un’opera – conclude l’assessore Calabrese, oltre che necessaria per la sicurezza e utile per la realizzazione di ben due stazioni della metropolitana, che sarà realizzata garantendo la piena armonia e con la dovuta attenzione allo straordinario luogo nel quale si va a intervenire.”

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 27 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 27 Settembre 2018

Articoli correlati

Attualità | 10 Luglio 2019

ILVA TARANTO

Nulla di fatto al vertice Mise, intanto la Procura spegne l’altoforno 2

Infrastrutture e trasporti | 14 Giugno 2019

IL PROGETTO

Linea 10 della metropolitana di Napoli: “Nuovo collegamento tra la stazione AV di Afragola e la rete metropolitana di Napoli”

Infrastrutture e trasporti | 8 Giugno 2019

LA STANGATA

A rischio 160 milioni di euro per i ritardi sui lavori della Linea 6 e del Parco dello Sport di Bagnoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi