fbpx
venerdì 7 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

Camorra. Arrestato il latitante capo clan Cesarano

News | 5 Luglio 2014

carabinieri_volante1POMPEI, 5 LUGLIO – Solo poche ore fa è avvenuto l’arresto di Nicola Esposito, detto “O Mostr”, considerato il capo del clan Cesarano, operanti tra Pompei, Castellamare di Stabia e la Penisola Sorrentina. Il boss è stato individuato dai Carabinieri a Pompei, nascosto nell’abitazione di Alfonso Cesarano affiliato alla stessa cosca. Infatti anche quest’ultimo è stato arrestato. Per favoreggiamento personale.

Esposito era latitante da novembre 2013, quando gli fu inviata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip (Giudice per le Indagini Preliminari) di Napoli, perché ritenuto responsabile di associazione di tipo mafioso e di estorsione e porto illegale di armi da fuoco.

Il bosso Esposito è già stato dietro le sbarre, dal 2001 al 2009, accusato di associazione di tipo mafioso armi ed estorsione. Fu condannato, inoltre, anche per il reato di favoreggiamento all’evasione di Ferdinando Cesarano e Giuseppe Autorino, fondatori del clan, nel lontano giugno del 1988.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 5 Luglio 2014 e modificato l'ultima volta il 5 Luglio 2014

Articoli correlati

Attualità | 22 Aprile 2020

UNA RISPOSTA A GOLIA

Un volontario: “Rabbia e bugie. Alle signore nel servizio delle Iene abbiamo consegnato pacchi con lo Sgarrupato”

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

Battaglie | 23 Dicembre 2019

CASAL DI PRINCIPE

Nuova Cucina Organizzata chiude i battenti: abbandonato dallo Stato l’ultimo presidio contro la camorra

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi