giovedì 27 giugno 2019
Logo Identità Insorgenti

CAMPAGNA ELETTORALE

Il disoccupato ferito che contestava il segretario Pd a Napoli diventa un manifesto parodia

Politica | 30 Aprile 2019

Con un manifesto parodia il comitato Disoccupati 7 novembre (che oggi ha tenuto una conferenza fuori la Rai di Napoli) racconta efficacemente il triste spettacolo a cui si è assistito ieri, fuori al Sannazaro, dove il neo segretario Pd Nicola Zingaretti ha ufficialmente aperto la campagna elettorale del partito.

I disoccupati che lo contestavano all’esterno del teatro sono stati caricati. Quattro contusi e sei feriti, di cui uno in modo abbastanza grave. E proprio lui è diventato l’oggetto del manifesto parodia di quello che dovrebbe essere il partito della sinistra italiana.

E’ stato proprio il manifesto invece vero, del Pd, a scatenare la rissa e la carica da parte delle forze dell’ordine. Pioveva, infatti, mentre era in atto la contestazione fuori al teatro. E uno dei manifestanti decide di utilizzare uno dei manifesti del pd per ripararsi. “Più lavoro e meno odio” il testo. Quasi una parodia. Un sostenitore dem infatti non ha apprezzato l’utile riutilizzo del manifesto come ombrello e sono iniziate a volare prima parole, poi manate. E infine l’assurda carica della polizia.

«Fanno una campagna elettorale usando lo slogan “più lavoro e meno odio” – spiegano dal Movimento di lotta-disoccupati 7 novembre – ma non hanno nemmeno il coraggio di ascoltare i disoccupati. Eravamo al Sannazzaro per contestare l’ennesima passerella di chi ha distrutto il paese».

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 30 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 30 Aprile 2019

Articoli correlati

Attualità | 13 Giugno 2019

IL COMMENTO

L’avvocato Coppola: “Decreto sicurezza bis, diritti contratti anche allo stadio”

Attualità | 13 Giugno 2019

SCARSA TRASPARENZA

Auricchio sotto accusa. Bismuto: “Occulta carte su tangenziale e parcheggi”

Attualità | 13 Giugno 2019

L’INTERVENTO

In V municipalità il consigliere Tagliaferro: “Non più scontato il mio appoggio in maggioranza”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi