sabato 17 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

Campania. Nasce il “Cuma Express” per i collegamenti tra Napoli e le bellezze dei Campi Flegrei

News | 26 Maggio 2018

A dispetto della vastità del patrimonio storico-archeologico presente in Campania, il sistema ferroviario regionale risulta purtroppo deficitario nel servire cittadini e turisti alla scoperta delle varie aree di interesse del territorio. Ne sono un triste esempio i Campi Flegrei, in particolar modo le note località di Pozzuoli e Cuma, ricche di preziose testimonianze archeologiche di epoca greco-romana, le quali indubbiamente, con una rete di trasporti più efficiente, potrebbero scalare tranquillamente i vertici del turismo internazionale.

Forse un primo margine di miglioramento in tal senso arriva dagli stati generali dei trasporti, dove il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha annunciato la nascita (o per meglio dire la rinascita, dati i continui ripristini e le successive interruzioni del servizio nel recente passato) del “Cuma Express“, un treno speciale che collegherà la parte turistica ed archeologica di Pozzuoli e dell’area flegrea a Napoli e all’intero tessuto regionale: “È una grande opportunità per la nostra area. Per puntare ad un turismo di qualità abbiamo bisogno di servizi adeguati. Sui trasporti c’è ancora molto da lavorare, ma nell’ottica della valorizzazione del territorio il Cuma Express è un passo importante e ci stiamo muovendo nella direzione giusta, in sinergia. Parallelamente lavoriamo sui servizi per l’accoglienza e la sicurezza dei visitatori. Al momento questa nuova linea dedicata all’area flegrea offrirà un servizio sperimentale, che partirà il 1 luglio e ogni domenica effettuerà otto corse da Montesanto a Cuma. Ho chiesto ad Eav di estendere il servizio sull’intera settimana e per tutto l’anno”. 

Tesori indescrivibili come il Rione Terra, il Macellum, l’Antro della Sibilla saranno quindi maggiormente fruibili al flusso turistico campano, nell’attesa di future iniziative per rendere sistematico e vincente il connubio, ormai non più rinviabile, tra trasporti e turismo nel solco della crescita economica meridionale..

Un articolo di Antonio Barnabà pubblicato il 26 Maggio 2018 e modificato l'ultima volta il 26 Maggio 2018
#Cuma   #Eav   #Pozzuoli   #treno  

Articoli correlati

Cultura | 29 Luglio 2019

ARGENTO DI NAPOLI

La Neapolis greca batteva conio quando a Roma si usavano pezzi di rame

Attualità | 10 Luglio 2019

ILVA TARANTO

Nulla di fatto al vertice Mise, intanto la Procura spegne l’altoforno 2

L'oro di Napoli | 17 Giugno 2019

L’ORO DI NAPOLI

Il Gigante a guardia di Largo di Palazzo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi