venerdì 14 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

CARO ASSICURAZIONI

Anno nuovo, vecchie ingiustizie: nel 2014 nessun miglioramento delle tariffe al Sud

DueSicilieOggi, Economia, Infrastrutture e trasporti, Politica | 9 Gennaio 2014

Assicurazioni

 

Anno nuovo, vita nuova? Non per gli automobilisti napoletani, alle prese ogni anno con la gabelle delle assicurazioni: Napoli rimane la capitale dell’Rc auto più costosa d’Italia anche nel 2014. Per rendersene conto basta un solo clic e il risultato è a portata di mano.

Basti pensare che un ventenne napoletano, assicurato al Sud, arriva a spendere circa 3 mila e 400 euro!
Per non parlare poi, dei neopatentati 18 enni, meridionali ovviamente, per i quali l’Rc auto può arrivare a costare addirittura 7200 euro, come dimostrò l’indagine del comitato Mobast, nonché il nostro movimento quasi due anni fa, dopo che vennero depositate 90 mila firme al parlamento europeo, affinchè provvedesse a promuovere una tariffa unica nazionale.

E’ inutile dire, che fino a ora la politica ha fatto orecchie da mercante,  bocciando una legge a tutela degli automobilisti del Sud e di Napoli in particolare e favorendo il cartello delle compagnie del Nord (guarda caso) che riservano tariffe da un minimo di 1.400 nella nostra città, in cui i sinistri ( visto che parlano di tassi di incindentalità) non superano la quota dei 5.000 annui, mentre a Milano, Torino, e tante altre città del Nord, arrivano sino a 20 mila, pagando meno della metà!

Ieri notte, ricordiamo inoltre, c’è stata una piccola manifestazione dei tassisti napoletani a Piazza Municipio, i quali da tempo, chiedono una legge ad hoc, visto che tra l’altro pagano 4-500 euro in più dell’automobilista di un auto privata, in quanto servizio pubblico.

Vi lascio immaginare le tariffe: per farla breve si parte da 1800 euro a salire…
E’ proprio il caso di dire…Miracolo Italiano!

Antonio Esposito

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 9 Gennaio 2014 e modificato l'ultima volta il 11 Novembre 2020

Articoli correlati

DueSicilieOggi | 2 Ottobre 2019

IL PIANO

Sud, il ministro per il Mezzogiorno vuole investire nella scuola

Arte e artigianato | 29 Gennaio 2019

Festa di Sant’Agata di Catania: la terza per importanza nel mondo

Attualità | 31 Dicembre 2018

FESTE E AMAREZZE

Da Matera a Potenza, da Napoli a Bari: Capodanno in piazza (e problemi rinviati al 2 gennaio)