fbpx
sabato 30 maggio 2020
Logo Identità Insorgenti

CASO CIRO ESPOSITO

Chiuso l’incidente probatorio, si attende il processo

Attualità | 21 Ottobre 2014

de santis

“Oggi è stato chiuso l’incidente probatorio sul delitto di Ciro Esposito e ora il processo stabilirà la verità . Nonostante le palesi lacune e contraddizioni della perizia del racis, il contro esame degli avvocati della vittima ha fatto emergere la reale dinamica dei fatti come raccontata dal povero Ciro e consegnata dai suoi difensori agli inquirenti. Nel corso del procedimento si è cristallizzata definitivamente le responsabilità, per altro tardivamente dallo stesso ammessa, del Daniele De Santis “.

Così gli avvocati della famiglia Esposito, Angelo e Sergio Pisani, stamane al termine dell’udienza, hanno riassunto quanto accaduto in aula.

Angelo Pisani, da noi contattato, ha poi aggiunto: “la verità è una, con numerosi testi univoci”. Alla nostra domanda circa novità sui complici di Gastone, Pisani risponde :”ancora nulla, sembrano degli invisibili… attendiamo ora il processo”.

Il dato più rilevante, sempre a detta dell’avvocato Pisani, è che sarebbe ormai incontrovertibile la versione dei fatti secondo cui il De Santis avrebbe sparato prima di essere aggredito dai tifosi azzurri, evidenza che quindi farebbe cadere automaticamente la possibilità di appellarsi alla legittima difesa.

Viste però le innumerevoli anomalie emerse in questa storia, non ci meraviglieremmo affatto se spuntassero nuovi retroscena ad hoc, giusto per continuare a “proteggere” De Santis e gli altri “invisibili” protagonisti dei fatti di Tor di Quinto.

Floriana Tortora

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 21 Ottobre 2014 e modificato l'ultima volta il 21 Ottobre 2014

Articoli correlati

Attualità | 29 Maggio 2020

EBREZZE ISTITUZIONALI

La guerra delle ordinanze sull’alcool tra De Luca e de Magistris

Attualità | 28 Maggio 2020

CADUTE DI STILE

Il prof Vecchioni e i pregiudizi mascherati sul Sud

Attualità | 28 Maggio 2020

RAZZISMI

Caro Sala, sulla Lombardia “terra d’accoglienza” non puoi dare lezioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi