mercoledì 28 luglio 2021
Logo Identità Insorgenti

A CASTEL SAN GIORGIO

Un’aula intitolata a Giuseppe, il musicista eroe del Costa Concordia

Senza categoria | 29 Gennaio 2015

giuseppe girolamo

Sabato 31 gennaio 2015 alle ore 10,30 presso la scuola media di Castel San Giorgio in presenza dei genitori di Giuseppe Girolamo, con la rappresentanza istituzionale del Comune di Alberobello e di noti personaggi che daranno il loro contenuto artistico e morale alla manifestazione, sarà intitolata un’aula di musica al musicista eroe scomparso nel naufragio della Costa Concordia. Pubblichiamo l’intervento di Luca Amabile, che è una delle persone che ha avuto l’idea e l’ha portata avanti fino a realizzarla.

Siamo un gruppo di amici, abbiamo vite e caratteri diversi, ma ciò che ci accomuna è la capacità di non rimanere mai con le mani in mano davanti alle situazioni che ci toccano profondamente. Alla vigilia di un evento che organizziamo già da diverso tempo, vogliamo raccontare cosa ci spinse a mettere su un così grande progetto.

All’indomani del naufragio della Concordia, e per i mesi a seguire, le tv, i giornali, le radio, si affannavano a sviscerare l’argomento sotto tutti i punti di vista, raccontando storie di sopravvissuti e di vittime, e, la storia di una vittima, ci colpì in particolar modo. La vittima era il giovane Giuseppe Girolamo. Ci colpì tanto la sua storia perché nonostante la giovane età e il sogno appena raggiunto di un impiego come musicista a bordo della nave, decise di sacrificarsi, senza dubitare un solo secondo, cedendo il suo posto sulla scialuppa di salvataggio ad una bambina.

Un uomo del Sud, una vita normale e una decisione che avrebbe messo in discussione chiunque. La perfetta antitesi dell’”eroe” moderno, in un epoca dove si idolatra l’egoismo e l’arroganza, Giuseppe fa la sua scelta sacrificando la propria vita.

La scintilla che innescò il progetto fu un post di Roy Paci riguardante Giuseppe :”In un paese dove si santificano politici e vip,si mitizzano i mafiosi e si fanno gli onori di stato ai carnefici,le donne e gli uomini coraggiosi si dimenticano.Questo grande uomo è uno dei pochi veri eroi del 2012 da ricordare in eterno.Senza se e senza ma.” Non potevamo lasciare che il gran rumore dei dibattiti televisivi trascurassero la figura di questo grande uomo, così pensammo di fare qualcosa per far si che la sua memoria non fosse mai cancellata. Una sera nacque l’idea far intitolare l’aula di una scuola a Giuseppe Girolamo.

Da genitori scegliemmo una scuola perché sappiamo quanto sia importante per un ragazzo avere delle figure di riferimento diverse da quelle che ci propina la società deviata. La vicinanza alla musica rese Giuseppe tanto sensibile da compiere un gesto di inaudita bellezza, i ragazzi che entreranno nell’aula di musica a lui dedicata avranno la possibilità di ricordarlo e prenderne costante esempio.

Ovviamente nulla di tutto questo sarebbe stato possibile se la nostra richiesta non fosse stata approvata dai dirigenti scolastici e il consiglio dell’Istituto comprensivo di Castel San Giorgio a loro e alle istituzioni comunali un sentito GRAZIE, e grazie infinite anche a quanti ci hanno sostenuti.

Siamo stati felici di impiegare tempo ed energie per la memoria di Giuseppe.

Luca Amabile

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 29 Gennaio 2015 e modificato l'ultima volta il 29 Gennaio 2015

Articoli correlati

Poesie Metropolitane | 30 Maggio 2021

‘A Puisia della domenica: ‘A dignità, di Assunta Sperino

Poesie Metropolitane | 11 Aprile 2021

‘A Puisia in napoletano della domenica: “L’attore” di Francesco Scaramuzzino

Senza categoria | 26 Marzo 2021

De Luca: il vaccino Sputnik in Campania appena Aifa ed Ema lo approveranno