fbpx
martedì 26 maggio 2020
Logo Identità Insorgenti

CATALOGNA

Il Parlamento: il 9 Novembre referendum per l’indipendenza

Europa, Indipendentismi, Senza categoria | 25 Settembre 2014

10620714_1491845681083673_4336966994767015189_n

Oggi il Parlamento catalano ha approvato la legge che fissa al 9 Novembre il referendum per l’indipendenza.

Il Premier Rajoy, per il quale tanto la consultazione legale in Scozia come quella illegale in Catalogna sono “un siluro sulla linea di galleggiamento dell’Ue”, conosce una sola risposta, sempre la stessa: impugnare alla Corte costituzionale la legge referendaria.

Infatti pare abbia convocato per sabato un Consiglio dei ministri straordinario per approvare il ricorso di incostituzionalità, che dovrà andare all’esame dell’alta corte nella prima seduta utile, martedì. Se accolto, come appare scontato, sospenderà con effetto immediato la legge referendaria. Ma non potrà sospendere il decreto di convocazione alle urne, che il presidente catalano, Artur Mas, potrebbe firmare fra sabato e martedì,e che richiederebbe un’altra impugnazione.

Si muove anche il procuratore generale dello Stato, Eduardo Torres-Dulce, che ha riunito a Madrid i procuratori della Catalogna per coordinare un’azione repressiva comune nel caso le istituzioni catalane non rispettino la sospensione per incostituzionalità, convocando ugualmente il referendum.

Vi invitiamo a leggere con attenzione la dichiarazione del procuratore: “Se in qualche ambito si continuasse nel negare l’effettività di un mandato legittimo e costituzionale, l’azione del Pubblico Ministero non potrebbe che essere l’imposizione della legalità, che in questo caso riguarderebbe il campo del Diritto penale”.

Questa storia per cui, quando non si sa rispondere nella “sostanza” e nel merito ad un sacrosanto diritto come quello all’autodeterminazione, si ricorre sempre al solito blaterare “legalità, legalità”, pur di mantenere lo status quo, ricorda qualcosa, ed onestamente è un atteggiamento che oscilla tra il noioso e il patetico.

Intanto due notizie che fanno piacere: le bandiere catalane, sventolano davanti al Parlamento di Edimburgo e una scozzese è stata issata sul municipio di San Sebastian, nei Paesi Baschi.

In ogni caso forza Catalogna, sempre!

Lorenzo Piccolo

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 25 Settembre 2014 e modificato l'ultima volta il 5 Ottobre 2014

Articoli correlati

Europa | 10 Aprile 2020

L’ACCORDO

Eurogruppo: sì Mes, no Eurobond. L’Italia cede ai ricatti dell’establishment?

Europa | 28 Marzo 2020

LA RIFLESSIONE

Se il covid smaschera il fallimento dell’Europa politica

Europa | 5 Settembre 2019

L’ANALISI

Occupazione dei neolaureati: Italia all’ultimo posto in Europa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi