mercoledì 22 gennaio 2020
Logo Identità Insorgenti

CENTRO STORICO

Via dei Tribunali, prime telecamere un anno dopo la pedonalizzazione

Infrastrutture e trasporti | 7 Novembre 2019

Con Delibera di Giunta Comunale del dicembre 2018 su proposta degli Assessori Alessandra Clemente e Mario Calabrese è stata istituita l’Area Pedonale di via dei Tribunali. Per il controllo dell’Area Pedonale è stato installato un primo varco elettronico, in via Tribunali angolo via Nilo, come previsto nella citata delibera. I lavori relativi all’installazione e ai collegamenti telematici necessari per il funzionamento dell’occhio elettronico sono terminati e, con apposita Ordinanza, sono state programmate le attività di pre-esercizio e la definitiva attivazione del controllo telematico dell’accesso.

Pertanto, dal giorno 8 novembre 2019 inizierà la fase di pre-esercizio del varco elettronico di rilevazione dell’accesso in via dei Tribunali, posto in all’angolo via Nilo.

Nel periodo di pre-esercizio, che durerà fino al 7 dicembre 2019, l’accesso di via dei Tribunali angolo via Nilo sarà presidiato, dalla Polizia Municipale, anche al fine di dare informazione ai cittadini interessati dal provvedimento e che provvederà a sanzionare i trasgressori.

Dal giorno 8 dicembre, non ci sarà più il presidio della Polizia Municipale e il varco sarà posto in esercizio e le sanzioni per i trasgressori saranno elevate in automatico come avviene per gli altri varchi già attivi in città.

L’Area Pedonale di via dei Tribunali comprende le seguenti strade, :

via dei Tribunali (dall’intersezione con via Duomo fino all’intersezione con via Atri e via Nilo), Piazza dei Gerolomini, vico dei Gerolomini, piazza San Geatano, vico Giganti, piazzetta Giganti, vico Cinque Santi, vico San Pellegrino, vicoletto I San Paolo, vicoletto II San Paolo, vico Scorziata, Fondaco San Paolo, via San Paolo, vico Storto Purgatorio ad Arco, vico Purgatorio ad Arco.

Potranno accedere all’Area Pedonale:

a) i veicoli dei residenti;

b) i veicoli dei non residenti proprietari di posti auto fuori sede stradale;

c) i veicoli delle Forze dell’Ordine, di emergenza e di soccorso;

d) i veicoli della Protezione Civile esclusivamente per attività da svolgersi all’interno dell’Area Pedonale;

e) i veicoli, compreso taxi, che accompagnano disabili nell’area pedonale;

f) i Taxi e NCC (noleggio con conducente) diretti al prelievo o all’accompagnamento di utenti all’interno dell’Area Pedonale;

g) veicoli per il trasporto merci: trasporto merci per servizi interni all’Area Pedonale (carico e scarico consentito dalle 8.00 alle 10.00 per un tempo massimo di 30 minuti);

h) veicoli intestati a Società ed Aziende erogatrici di pubblici servizi esclusivamente per attività da svolgersi all’interno dell’Area Pedonale.

I cittadini residenti sulle strade interne al’area pedonale saranno abilitati automaticamente nel nuovo sistema senza alcuna richiesta mentre i non residenti ma proprietari di posti auto fuori sede stradale dovranno recarsi presso l’ufficio che rilascia i permessi di accesso alle Aree Pedonali sito presso la Municipalità 2 di piazza Dante per l’inserimento dei veicoli nelle liste degli autorizzati.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 7 Novembre 2019 e modificato l'ultima volta il 7 Novembre 2019

Articoli correlati

Infrastrutture e trasporti | 19 Dicembre 2019

LA CLASSIFICA

Circumvesuviana: per Legambiente è la peggiore linea ferroviaria d’Italia

Infrastrutture e trasporti | 29 Novembre 2019

L’INAUGURAZIONE

La nuova piazza Garibaldi: alberi, campetti e parco giochi. Facciamola durare!

Infrastrutture e trasporti | 29 Ottobre 2019

LA VERGOGNA

Tangenziale di Napoli fattura 71 milioni ma chiede cassa integrazione per 184 lavoratori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi