fbpx
venerdì 10 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

CIRO ESPOSITO

Fiaccolata e spettacolo di beneficenza per ricordare i suoi 30 anni

Attualità, Eventi | 20 Novembre 2014

esposito

Una grande torta con tante candeline, mamma Antonella, papà Giovanni, la bella Simona, poi i parenti e gli amici di sempre e quel sorriso che spesso ricompare tra le miriadi di foto che girano in rete da quel maledetto 3 maggio: a guardarle è proprio così che ce la saremmo immaginata la festa del suo compleanno se Ciro Esposito non fosse stato vittima di un commando di balordi nazi-fascisti in quel di Tor di Quinto, o se non fosse stato, più semplicemente, un napoletano nel posto sbagliato al momento sbagliato, reo di voler difendere altri come lui, donne e bambini, da un’aggressione tanto assurda quanto inaspettata in una serata di pura follia romana.

Invece, le trenta candeline che avrebbe dovuto spegnere si trasformeranno, domenica sera, in centinaia di fiaccole, forse migliaia, che dalle 19,30 illumineranno tutta Scampia, partendo dall’autolavaggio della famiglia Esposito, quello presso cui Ciro lavorava, fino a giungere in piazza Ciro Esposito.

La fiaccolata, fortemente voluta da Antonella Leardi, mamma di Ciro, e organizzata grazie alla collaborazione di due associazioni no profit “Le Azzurre del Napoli” e “Campania in movimento”, si terrà proprio per ricordare il trentesimo compleanno di Ciro, ma anche per ricordare al paese che Ciro vive nonostante una  tragedia ancora senza giustizia, nonostante tutte le ombre che ancora avvolgono gli eventi di quel 3 maggio, nonostante istituzioni e stampa tentino, ancora, di mistificare, alterare, occultare la verità.

E allora ecco che la luce della fiaccola assume un molteplice significato: dal ricordo, alla festa fino alla ricerca di verità e giustizia che non si placherà, mai.

Intanto venerdì 21 novembre, alle ore 11.30, al Monidee Cafè di piazza Trieste e Trento, si terrà anche la conferenza stampa di presentazione di “Buon compleanno in Paradiso”, spettacolo di beneficenza organizzato sempre in memoria di Ciro Esposito, previsto per la sera del  25 novembre, alle ore 20.30, presso il teatro Totò di Napoli. 

L’ evento, promosso e organizzato dalla Ri.fe.al. Sicurezza di Nicola Rinaldi, in collaborazione con l’Associazione Ciro Vive – cui sarà devoluto il ricavato della serata – vedrà impegnati volti noti del mondo dello spettacolo, dello sport e del giornalismo campano.

“Vogliamo festeggiare Ciro come lui avrebbe voluto – dichiarano Antonella Leardi e Giovanni Esposito – con il sorriso sul volto, quello che nostro figlio aveva sempre”.

L’ Associazione Ciro Vive si impegnerà poi ad aiutare, con quanto raccolto, i bambini delle realtà meno fortunate di Napoli e provincia, perché i valori rappresentati dal ragazzo di Scampia, gli stessi che mamma Antonella ha raccontato e mostrato al mondo in tutti questi mesi, è  lì che vanno radicati e consolidati, partendo dai più piccoli e dal territorio.

Aspettiamo tutti domenica sera a Scampia: spegneremo quelle candeline per Ciro, ne faremo un fiume di luce, nel suo ricordo.

Floriana Tortora

 

 

 



Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 20 Novembre 2014 e modificato l'ultima volta il 21 Novembre 2014

Articoli correlati

Attualità | 6 Luglio 2020

PORTO DI NAPOLI

Il cantiere della nuova stazione marittima del Beverello tra caos e riqualifica urbana

Attualità | 3 Luglio 2020

LA POLEMICA

Palazzo Alto di Napoli Centrale: nessun vincolo dalla Soprintendenza

Attualità | 26 Giugno 2020

LA RIVOLTA BULGARA

La verità sugli “schiavi” di Mondragone, dove la zona rossa è l’ultimo dei problemi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi