fbpx
giovedì 13 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

CLASSIFICHE

Napoli Mon Amour di Alessio Forgione tra i 10 migliori esordi del 2018 per Ibs

Libri, NapoliCapitale | 10 Dicembre 2018

Napoli Mon Amour”, di Alessio Forgione, è sicuramente il nostro libro preferito per il 2018. Lo abbiamo amato profondamente, come si amano gli scrittori che sanno entrarti nell’anima. E con Identità Insorgenti abbiamo cercato di seguire Forgione sempre, nelle sue venute a Napoli, proprio perché riteniamo sia una nuova voce importante per la città, una voce ormai irrinunciabile che rappresenta gli affanni e il disinganno di una generazione e, al tempo stesso, la quotidianità napoletana, statica e vibrante di naturale bellezza. E molto, molto di più…

Napoli Mon Amour tra i 10 migliori esordi dell’anno

Ora, sulla sua pagina, Alessio Forgione fa sapere che “Napoli Mon Amour” è stato “selezionato dai ceffi di IBS.it come uno dei dieci migliori esordi del 2018″ e dunque inevitabilmente Alessio ringrazia “il Mister e tutti i miei compagni di squadra: oggi non era importante segnare, ma portare a casa il risultato, con la forza del gruppo, e ci siamo riusciti. Ora testa e gambe verso la partita di domani” scrive, usando un ironico riferimento calcistico (è grande fan della SSC Napoli e di Lorenzino Insigne, citato anche nel libro).

Il Mister però, in questo caso, è la sua casa editrice, la milanese NN, che ultimamente sta riscuotendo numerosi successi, anche pubblicando svariati autori del Sud, con scelte di grande classe e di grande profondità letteraria.

La motivazione di Ibs

Scrive Ibs: “Un romanzo di formazione lucido e a tratti febbrile, che ha il ritmo di una corsa tra le leggi agrodolci della vita e i chiaroscuri dell’innocenza. Amoresano vive a Napoli, ha trent’anni e non ha ancora trovato il suo posto nel mondo. Le sue giornate passano lente, tra la vita con i genitori, le partite del Napoli, le serate con l’amico Russo e la ricerca di un lavoro. Dopo l’ennesimo, grottesco colloquio, decide di dare fondo ai suoi risparmi e di farla finita. Un giorno, però, incontra una bellissima ragazza e se ne innamora. Questo incontro riaccende i suoi desideri e le sue speranze: vivere, essere felice, scrivere. E incontrare Raffaele La Capria, il suo mito letterario. Ma l’amore disperde ancora più velocemente energie e risorse, facendo scivolare via, un centesimo dopo l’altro, i desideri ritrovati e le speranze di una vita diversa. Alessio Forgione racconta una Napoli afosa e livida di pioggia, cinerea come la Hiroshima del film. E con una lingua incalzante, sonora, intessuta di tenerezza, firma il suo esordio, un romanzo di formazione lucido e a tratti febbrile, che ha il ritmo di una corsa tra le leggi agrodolci della vita e i chiaroscuri dell’innocenza”.

Un libro che vi suggeriamo di leggere e di regalare a Natale, perché offre un ritratto autentico della Napoli di questi tempi, senza sconti e senza pietismo. Sono solo alcune delle ragioni per cui ci è piaciuto da morire “Napoli Mon Amour”. E dunque ringraziamo anche noi i “ceffi” di Ibs, che lo hanno suggerito tra i 10 migliori esordi nazionali e internazionali.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 10 Dicembre 2018 e modificato l'ultima volta il 10 Dicembre 2018

Articoli correlati

Libri | 24 Luglio 2020

RISTAMPE

Se Troisi non fosse mai morto: torna il romanzo di Anna Pavignano, sua compagna e sceneggiatrice

Campania | 18 Luglio 2020

IL RICORDO

Luciano non morirà mai per noi, generazione cresciuta con le sue storie

Libri | 19 Giugno 2020

L’ADDIO

Barcellona piange Carlos Ruiz Zafòn. Il suo “L’ombra del vento” secondo solo a Don Chisciotte

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi