fbpx
mercoledì 15 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

CLOWN TERAPY

A Napoli l’Animazione Casper regala sorrisi ai bambini in ospedale e nelle comunità migranti

Battaglie, Diritti e sociale, Emigrazione, Integrazione, Razzismo | 31 Agosto 2016

CASPER

Ci sono cure che sanno d’ amore e sono quelle che regalano il sorriso: questo è l’obiettivo dell’agenzia d’animazione Casper. Una scelta coraggiosa, quella del suo presidente Daniele Maffettone, che fino al 2005  si occupava di informatica, poi decise di azzerare tutto e ricominciare da capo:  voleva essere felice e far felice gli altri. Indossò una parrucca da clown  e decise di dare vita alla sua agenzia d’animazione, impegnata anche per eventi privati ma fortemente attiva nel sociale.  Un loro slogan recita : “Hai un bambino costretto a stare chiuso in una stanza d’ospedale? Chiamaci, noi lo facciamo divertire gratis!”. 

casper

Daniele ci racconta : “Abbiamo cinque progetti aperti tutto l’anno fissi, a cui vanno aggiunte altre giornate di volontariato che facciamo “fuori progetto” nel senso che si aggiungono altre giornate di volontariato in base alle richieste che ci arrivano. Siamo presenti due  volte al mese all’ospedale Umberto I di Nocera  al reparto di  pediatria e oncologia, due  volte al mese al Monaldi con gli amici di AVO per i bambini di cardiochirugia pediatrica, due  volte a settimana all’ospedale santa maria delle grazie di Pozzuoli (martedi e venerdì)  e tre  volte a settimana al II Policlinico di Napoli edificio 9 (dal 2011).  Siamo sempre operativi e non vogliamo fermarci.  Tra i vari Progetti c’è  quello del “SUPEREROE IN CORSIA”  creato da me, dopo l’incontro con un bimbo all’ospedale Umberto I di Nocera. Il bambino quando eravamo in ospedale era sempre attaccato alla macchinetta delle chemio non sorrideva e non partecipava alle nostre  attività in alcun modo. Mi sono accorto che guardava sempre lo stesso dvd: superman. Cosi ho acquistato il costume (che non avevo prima) su internet e sono andato il giovedi successivo a trovarlo con il costume, i suoi occhi si sono illuminati, ed ha  iniziato  a giocare, a sorridere e oltre a lui anche la madre. Da qui è nata l’idea di creare supereroe in corsia. Ogni bambino che è in ospedale puo’ richiederci la visita del proprio supereroe preferito che lo andrà a trovare negli orari stabiliti dall’ospedale, come fosse un parente”.  Ridare la possibilità di sognare a questi bambini, di poter essere uguale a tutti gli altri, di non sentirsi esclusi, non negargli la possibilità di poter vivere la loro età, diventa l’Incipit fondamentale perché possano guarire.

14087723_10205798082506239_801305724_o

Casper oltre alle corsie d’ ospedale è attivo anche nelle comunità di migranti per far divertire i piccoli, come Daniele, ci aggiunge : ”  A Castel Volturno siamo molto legati al centro d’accoglienza immigrati Layla,  dove con cadenza mensile siamo ad animare la mattinata dei bambini con giochi e spesso anche consegna di giocattoli e generi di prima necessità. Con loro ci divertiamo sempre tantissimo, quei bambini immigrati sono più napoletani di me e di tutti noi. Quello che mi ha sempre colpito e che  non vogliono “giocare” ma vogliono essere abbracciati , presi in braccio… coccolati. Il loro bisogno costante d’ amore è incredibile. Non sono bambini diversi, cosa importa di che colore siano, sono bambini e basta “.

Ada Palma

 

 

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 31 Agosto 2016 e modificato l'ultima volta il 30 Aprile 2017

Articoli correlati

Battaglie | 9 Luglio 2020

LA PROTESTA

Sciopero dei lavoratori del porto di Napoli: “Negati diritti fondamentali”

Battaglie | 7 Luglio 2020

LA SENTENZA

Abusi su ex guida turistica, condannato presidente dell’associazione Napoli Sotterranea

Altri Sud | 27 Giugno 2020

IL PRESIDIO

Mobilitazione per la Palestina al Consolato degli Stati Uniti a Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi