martedì 11 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

Club Napoli Cava de’ Tirreni, nato negli anni ’70 e con tante iscritte donne

Club Napoli nel Mondo | 25 Aprile 2021

Il giro dei club Napoli nel Mondo ci porta a Cava De Tirreni, dove incontriamo il presidente Bruno Magliano, noto produttore di gelati artigianali.

Nato negli anni 70 ha 170 soci, tra cui tante donne

“Il club Napoli a Cava esiste dai primi anni ’70 e dopo una stasi post Maradoniana, nel 2016 lo abbiamo ricostituito” esordisce il grintoso Zio Bruno, decano dei presidenti di club Napoli.

“Siamo circa 170 soci, con una buona quota rosa, molto attiva e presente anche nel direttivo. La nostra sede, di oltre 200 metri quadri, è molto ben allestita, con una TV di 75 pollici ed un maxi schermo con proiettore, da cui assistono alle partite del Napoli i soci impossibilitati ad andare allo stadio”.

100 posti a sedere nella bella sede ubicata sopra Cava

La sede, ubicata sopra Cava, riesce ad accogliere quasi 100 posti a sedere, ed è stata meta di uno dei primi convegni dei club napoli nel Mondo, dove mangiammo benissimo e bevemmo altrettanto, prima di affrontare tematiche da discutere. Professoresse in grembiule da cucina, studenti che si prestavano al servizio ai tavoli, insomma con la collaborazione volontaria di tutti i soci, il club Napoli Cava ci stupì piacevolmente per l’accoglienza.

” Allo stadio Maradona siamo abitualmente nel settore Distinti Superiore all’altezza del D 27, di norma dietro lo striscione che campeggia sulla balaustra, ma i soci piu’ giovani sono di norma nelle due curve” racconta ancora il presidente.

Sale per i nuovi arrivati come rito scaramantico

La prima volta che un nuovo socio varca la soglia della sede, subisce il rito di iniziazione scaramantico : una abbondante passata di sale addosso, spiega ancora.
“Naturalmente la pandemia ci ha messo in difficoltà soprattutto economica , la sede chiusa, con l’impossibilita’ da parte dei soci di viverla 7 giorni su 7, ha fatto venire meno le quote di associazione indispensabili per mantenere le spese; anche se i 20 soci sostenitori non hanno dovuto ancora ripianare i conti.

Vivere la sede 7 giorni su 7, significa essere partecipi a tante iniziative, non solo legate al tifo. Veri e propri banchi alimentari, aiuti a nuclei familiari sono da sempre nostre iniziative, in questo periodo ancora di piu’. Raccogliamo fondi per iniziative benefiche e di sostegno, come l’ultima per le bambine affette dalla sindrome di Rett”.

Nella sede spiccano anche i colori della Cavese

Nella sede, oltre a gigantografie dei paladini azzurri di oggi e di ieri, agli immancabili vessilli delle Due Sicilie – presenti anche su gadget ufficiali – spiccano i colori della squadra locale, la Cavese, di cui in passato il presidente fu anche coordinatore dei club di supporter.

“Il rapporto con la Città di Cava è ottimo : tutti i soci sono tifosi della Cavese ed orgogliosi di essere parte della storia del Regno di Napoli. Il 4 Settembre 1460 il Re Ferrante d’Aragona consegnò in premio alla Città di Cava una pergamena bianca, insignendola del titolo di Città Fedelissima.  La famosa carta bianca, di cui spesso facciamo riferimento : in pratica Re Ferrante volle ringraziare i Cavesi per aver difeso il Regno di Napoli in modo indomito e volle ringraziarlo donando ciò che desiderasse. Pertanto lasciò che i Cavesi riempissero la pergamena già firmata, con i loro desideri”. La mitica carta bianca, tale restò ed è gelosamente custodita dalla Fedelissima Città Metelliana.

Orgogliosi di far parte del Circuito dei Club Napoli nel Mondo

“Come club Napoli, non siamo affiliati a nessuna associazione o coordinamento, ma facciamo orgogliosamente parte del circuito dei Club Napoli nel Mondo, racchiuso in una chat libera dove ci confrontiamo e facciamo iniziative a sostegno del Napoli e della Napoletanità.

Approfitto della occasione per salutare tutti i presidenti dei Napoli Club nel Mondo, soprattutto  quelli che si adoperano per far sì che questo gruppo cresca e diventi sempre più forte ed unito. Valori necessari a questo sport”.

Forza Napoli, Sempre!

Alberto Petillo

Un articolo di Alberto Petillo pubblicato il 25 Aprile 2021 e modificato l'ultima volta il 24 Aprile 2021

Articoli correlati

Club Napoli nel Mondo | 9 Maggio 2021

Nel Club Napoli di Imola intitolato a Diego Armando Maradona

Club Napoli nel Mondo | 2 Maggio 2021

Club Napoli Parigi: Partenopei doc, anche sotto la torre Eiffel

Club Napoli nel Mondo | 11 Aprile 2021

Novara Partenopea: i napoletani in Piemonte che diffondono e difendono l’identità