venerdì 26 febbraio 2021
Logo Identità Insorgenti

Club Napoli Zurigo ZRH: una sede bellissima che aggrega gli emigranti

Club Napoli nel Mondo | 14 Febbraio 2021

Club Napoli nel Mondo non è un’associazione, ma un gruppo di amici sostenitori del Napoli collegati in chat con oltre 100 club sparsi nel mondo : delle vere ambasciate del tifo e della Identità Napolitana.

Il presidente del Club Napoli-Zurigo ZRH: da piazza Nazionale alla Svizzera

Questa settimana andiamo a trovare Toni Romano, Presidente del “Club Napoli Zurigo ZRH”, alias la sigla dei voli per Zurigo, infatti hanno sede a 3 km dall’aereoporto.

Andiamo a scoprire chi è il presidente Romano. “Nato a Zurigo, fino a 2 anni ho vissuto con i nonni a Napoli . ‘O russo era il soprannome che mi avevano dato gli scugnizzi per il colore dei capelli, quando piccino, mi univo alle loro interminabili partite di pallone in piazza nazionale”.

Parliamo del Club Napoli Zurigo ZRH; giova precisare che a Zurigo esiste un altro club Napoli, per questo va sottolineata la “ZRH”.

Una sede bellissima che ha suggellato anche l’amore tra un napoletano e una portoghese

“Il club nasce il 1°luglio 2017, ad oggi conta 68 soci, con una buona percentuale di svizzeri tifosi del Napoli, abbiamo una età media degli iscritti : 40 anni” continua Toni Romano.

Unico club al Mondo ad ospitare un pranzo nuziale nella propria sede, per suggellare l’amore per Napoli ed il Napoli degli sposini Mirko ed Andreina ( lui napoletano, lei portoghese).

La loro sede è bella e luminosa, ha una parete di 5 metri per 2,5 dipinta col Vesuvio ed il panorama di Napoli che si illumina. Ovunque magliette, sciarpe, capellini e memorabilia. Fa bella mostra di se una consolle per feste, con un Lorenzo Insigne in look da dj.

Tante le feste e le occasioni di incontro prima della pandemia

“Facciamo molte feste in sede – ci racconta il presidente – soprattutto quando il Napoli ha giocato da queste parti, siamo stati punto di riferimento per tifosi e giornalisti” racconta presentandoci, orgoglioso, le foto col giornalista Carlo Alvino. In poco meno di 4 anni (pandemia inclusa) hanno seguito le trasferte a Zurigo, ma anche a Dortmund, Milano e tantissime a Napoli”.

La napoletanità in questo club viene sviscerata in ogni occasione: ” Alla festa del paese allestiamo uno stand dove offriamo napoletanità a 360°, ma soprattutto panini sasicce e friarielli. In occasione della Festa della mamma nel 2019 accogliemmo oltre 200 persone e per tutti paccheri al sugo e cibo napoletano. E in passato abbiamo fatto un cenone di Capodanno con 85 persone”.

Il cibo come occasione aggregazione

E racconta ancora: “Ritrovarsi per 4 o 5 ore insieme con famiglie intere, per la partita e per mangiare è motivo di gioia ed aggregazione. Ricordo che al gol di Koulibaly ai non colorati decisi di aprire una bottiglia di limoncello da 3 litri, ma un abbraccio troppo entusiasta di un socio me la fece cadere : il botto più deflagrante e profumato della serata. Siamo molto felici delle splendide iniziative che facciamo in sinergia con i Club Napoli nel Mondo, veramente orgogliosi di farne parte ed avere amici azzurri sparsi nel pianeta, ed è bellissimo poi conoscerli da vicino. E ci mostra la foto dell’incontro col presidente del Club Napoli Lussemburgo, Andrea Castaldo e con altri tifosi di altri clubs.

La pandemia ci ha portato via tutto, restiamo in contatto sui social: A nuje nun c’accire nisciuno

“La pandemia – conclude Tony – ci ha portato via tutto, il televisore dove guardavamo le partite ( con bandiera delle Due Sicilie sotto, ndr) resta spento ed il club vuoto. Cerchiamo di restare in contatto con i soci, tramite telefono e social. Forse questo stop ci insegnerà  a correre di meno, ad apprezzare le piccole cose, a riflettere. Quando sono nervoso, malinconico o stressato – ad esempio- mi fermo e mi rifugio in sede : accendo il panorama di Napoli, una birra e Pino Daniele e mi rilasso e penso (come dice Carlo Alvino), è proprio vero : A nuje nun c’accire nisciuno!”

Svizzeri in tour a Napoli grazie al club

Il club dei napoletani  Zurigo, infine, si fa anche portavoce delle bellezze di Napoli: “Abbiamo portato almeno 50 svizzeri a visitare la nostra Città, oltre allo stadio, hanno apprezzato tante cose, portandosene un poco in Svizzera : tombolate, spaghettate e musica napoletana sono di casa nel nostro club”.

Un articolo di Alberto Petillo pubblicato il 14 Febbraio 2021 e modificato l'ultima volta il 14 Febbraio 2021

Articoli correlati

Club Napoli nel Mondo | 21 Febbraio 2021

Il club degli identitari: “Club Napoli Due Sicilie”

Club Napoli nel Mondo | 7 Febbraio 2021

Napoli Club Viterbo: comunità unita e integrata, nel segno del calcio e dell’identità

Club Napoli nel Mondo | 31 Gennaio 2021

Club Napoli Caraguatatuba in Brasile: gli emigrati del Sud con la città e la squadra nel cuore