giovedì 21 febbraio 2019
Logo Identità Insorgenti

CONTRORDINE

Dopo le proteste, restituita la scorta a Sandro Ruotolo

Attualità | 7 Febbraio 2019

«È tutto vero. È stata sospesa la revoca della mia #scorta». Sandro Ruotolo annuncia via Twitter che, almeno per il momento, non verrà privato della protezione garantitagli in seguito alle minacce del boss dei casalesi, Michele Zagaria, nel 2015, dopo i reportage sulla Terra dei Fuochi andati in onda su La7.

Il giornalista ha anticipato che ci sarà un decreto di sospensione della misura di revoca della scorta decisa dal ministero dell’Interno, che sarebbe stata effettiva dal 15 febbraio.

Fa riflettere comunque che la decisione sia arrivata dopo la mobilitazione di politici, giornalisti e cittadini, che avevano invocato un passo indietro: dall’ex ministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd) a esponenti dell’opposizione e di M5S (il leader, Luigi Di Maio, l’aveva definita «una cosa assurda»), all’ex presidente del Senato Pietro Grasso, al presidente della Commissione Antimafia, Nicola Morra, che aveva sottolineato come fosse compito dello Stat0 proteggere i giornalisti minacciati dalla criminalità organizzata.

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 7 Febbraio 2019 e modificato l'ultima volta il 7 Febbraio 2019

Articoli correlati

Agroalimentare | 14 Febbraio 2019

SARDEGNA

La guerra del latte per dire basta al caporalato dei consorzi

Attualità | 2 Febbraio 2019

LA SOLIDARIETÀ

Ridate subito la scorta a Sandro Ruotolo

Ambiente | 30 Gennaio 2019

BASILICATA

A Pomarico una frana distrugge le case. Nessun ferito: erano state sgomberate pochi giorni fa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi